Botte e digiuno: anziano maltrattato da moglie e figlio

Blitz dei Carabinieri

botte e digiuno anziano maltrattato da moglie e figlio
Baiano.  

Niente cibo e neanche acqua. E poi percosse e vessazioni anche psicologiche. I Carabinieri della Compagnia di Baiano hanno dato esecuzione al provvedimento di allontanamento dalla casa familiare a moglie e figlio del 70enne da loro maltrattato.

I due destinatari del provvedimento avevano sottoposto il proprio congiunto a continue vessazioni  sia fisiche che morali, costringendolo a subire continue minacce e percosse, arrivando anche a non accudirlo nelle sue primarie esigenze di vita quotidiana, privandolo addirittura del cibo.

L’anziano in conseguenza di tale stato di cose viveva nel degrado e nella sporcizia: lo stesso, sotto la minaccia di più severe conseguenze fisiche, veniva altresì costretto a consegnare loro la tessera bancomat, con la quale prelevavano ingenti somme di denaro per soddisfare le loro esigenze private.

I Carabinieri del Comando Stazione di Baiano, avuta notizia di tale situazione di abbandono, si attivavano immediatamente per porre fine ai maltrattamenti.

A seguito di mirati servizi ed indagini, in breve tempo i militari operanti riuscivano a raccogliere elementi probanti necessari a presentare all’Autorità Giudiziaria la richiesta di applicazione della misura dell’allontanamento dalla casa familiare a carico del 35enne e della madre 60enne.

Il Giudice, condividendo pienamente l’operato dei Carabinieri procedeva ad emettere il provvedimento in questione che è stato notificato agli interessati i quali hanno dovuto immediatamente lasciare l’abitazione di residenza.

© Riproduzione Riservata   
Ultima modifica 17/2/2017 15.23
condividi: