Giardino letterario, pronti al gran finale

Il 22 luglio, alle 19

giardino letterario pronti al gran finale
Monteforte Irpino.  

Tutto pronto per la chiusura del Grande evento culturale “Giardino letterario” che si terrà a Monteforte Irpino mercoledì 22 luglio, alle 19. L’ultima manifestazione completa la triade di appuntamenti che si sono tenuti nei giorni scorsi: “Anteprima (junior) Giardino Letterario” e “Anteprima Giardino Letterario: incontro con gli artisti. L’evento, organizzato dall’Associazione Pabulum, di Katya Tarantino, Giulia Corrado e Graziella Di Grezia, e dall’Associazione Logopea, si è sviluppato con la collaborazione dell’Assessorato alla cultura del Comune di Monteforte Irpino guidato da Rosa De Sapio. "Il progetto “Giardino Letterario” - scrivono gli organizzatori - nasce dalla volontà di creare un innovativo spazio culturale per bambini, ragazzi e adulti in cui poter promuovere l’interesse per la letteratura e per l’arte attraverso incontri “ravvicinati” con paesaggi immaginifici, sollecitando originali rivisitazioni dei paesaggi culturali del proprio territorio.

 

L’idea è di sollecitare un percorso di conoscenza e un processo di valorizzazione del patrimonio culturale e artistico in modo originale, capillare ed estremamente contemporaneo." Premiazione del Concorso “Creativity-Imagination-Courage” 1st Pabulum Artistic-Literary Awards. 10 sezioni. 31 vincitori. - Emozioni in Giardino Letterario: “L'Arte degli Stati d'Animo" - Pittura e ceramica raku - Giuseppe Amoroso De Respinis - Presentazione libri: “Caramelle di zucchero e altre nostalgie" di Michele Vespasiano e Mariarosaria del Guercio; Arturo Bascetta Editore. “La mia ora di vento” di Gerardo Pepe; Edizioni Il Papavero. “Il peggio deve ancora arrivare” di Marika Borrelli; Edizioni Il Papavero. “Crisalide” di Graziella Di Grezia; Delta 3 Edizioni. - Siparietti teatrali a cura dell’Associazione Culturale Logopea La serata conclusiva, che si terrà in località Colle San Martino, sarà condotta dalla giornalista Marika Borrelli e diretta artisticamente da Armando Saveriano".

 

Redazione