"La Camelia, musa di storia, arte, musica, letteratura"

Il convegno a Villa Amendola ad Avellino

la camelia musa di storia arte musica letteratura
Avellino.  

Si è tenuto ieri pomeriggio nella Sala Conferenze del Museo Civico di Villa Amendola il convegno dal titolo “La Camelia musa e protagonista della storia, dell’arte, della musica, della letteratura”, promosso dall’Associazione “Garden Club Verde Irpinia Avellino”, e patrocinato dall’Amministrazione Comunale di Piazza del Popolo. Dopo l’indirizzo di saluti dell’Assessore alle Politiche Culturali Teresa Mele, che ha posto l’accento su quella che è la vocazione che l’Amministrazione Comunale ha inteso dare a Villa Amendola, quella cioè di luogo deputato all’esposizione di cimeli di storia avellinese, ma al tempo stesso luogo di incontro e dibattito di temi culturali a 360°, a prendere la parola è stata la Presidente dell’Associazione “Garden Club Verde Irpinia Avellino”, la prof.ssa Olga Bolino Borriello, che ha ringraziato l’Amministrazione Comunale per aver accolto la richiesta di patrocinio per l’incontro culturale, per aver consentito al Garden Club di usufruire, quale location del Convegno, della Sala Conferenze del Museo, e di aver concesso, altresì, alle numerose associate del Garden Club, guidate dallo Storico dell’Arte Alberto Iandoli, Curatore del Polo Museale di Via due Principati, di poter apprezzare le tante testimonianze di storia e arte avellinese che a Villa Amendola sono in esposizione permanente nelle sale, per l’occasione impreziosite dalle artistiche composizioni floreali, create con camelie naturali a cura delle mani esperte delle componenti della nota associazione avellinese.

A prendere la parola quindi è stato poi il prof. Aldo Antonio Cobianchi, delegato per la Campania della Società Italiana della Camelia che, aiutato dalla proiezione di numerose immagini sul maxi schermo, recentemente allestito nella Sala Conferenze del Museo, ha relazionato per circa due ore sul tema dell’incontro: la camelia, musa e protagonista della storia, dell’arte, della musica e della letteratura, incantando i presenti. “Villa Amendola, sede del Museo Civico – ha commentato a margine dell’incontro l’Assessore alle Politiche Culturali Teresa Mele – sta diventando, giorno dopo giorno, sempre più cara agli avellinesi, che la scelgono e l’apprezzano, non solo quale luogo in cui poter rendere omaggio alla storia della città, ma anche, come nel caso del pubblico incontro promosso dal Garden Club di Avellino, quale location per eventi culturali, di indiscusso valore".

Redazione