Dina Pascucci incanta Grottaminarda con la sua mostra

Un percorso affascinante e coinvolgente fino a rendere vive e d'impatto le varie opere

dina pascucci incanta grottaminarda con la sua mostra

Nel Castello d'Aquino ad ammirare le sue opere ci sono i due sindaci di Grottaminarda e Frigento, Angelo Cobino e Carmine Ciullo essendo Dina legata ad entrambe comunità e per certi versi anche ad Ariano Irpino, suo luogo di nascita il 9 luglio...

Grottaminarda.  

Una mostra diversa dalle altre, opere  non appese in maniera standard ad una parete ma collocate in una serie di angoli suggestivi all'interno dello splendido Castello d'Aquino di Grottaminarda. Un percorso affascinante e coinvolgente fino a rendere vive e d'impatto le varie immagini. Sono le emozioni trasmesse da una pittrice autodidatta di nome Dina Pascucci. 

La giovane artista, è riuscita ad esprimere se stessa attraverso stili e tecniche diversi. Le opere, soprattutto il dipinto ad olio "spirit", suggeriscono un approccio allo spirito umano meno superficiale che va oltre le apparenze della maschera sociale.  Domina l'acquerello nelle sue opere e l'elemento fondamentale, risulta essere l'acqua. 

L'anima,l'acqua e il blu sono i temi predominanti della mostra che vuole essere un viaggio introspettivo alla ricerca del nostro vero sè, quello più sacro e più profondo che ci lega alla terra e a Dio.

Nel Castello d'Aquino ad ammirare le sue opere ci sono i due sindaci di Grottaminarda e Frigento, Angelo Cobino e Carmine Ciullo (VIDEO) essendo Dina legata ad entrambe comunità e per certi versi anche ad Ariano Irpino, suo luogo di nascita il 9 luglio 1978.

Sin dalla nascita ha mostrato la sua innata inclinazione per il disegno a matita. Il suo percorso di studi l'ha portata a diventare un'insegnante di lingue ma il suo cuore non ha mai smesso di battere per l'arte. Nel 2007 in seguito ad un periodo difficile della sua vita, ha trovato conforto nei pennelli. Così comincia la sua esperienza come pittrice. Il coloro ad olio la fa sentire a suo agio e la spinge a mettersi continuamente alla prova, riproducendo opere sue o di altri artisti celebri. Klimt è la figura artistica che più la influenza ed ispira.

L'artista è anche ritrattista, la sua anima sensibile e attenta la agevola nel catturare la luce negli sguardi, rendendo i suoi ritratti vivi.

Nel 2016 ha cominciato a cimentarsi con l'acquerello, trovando grande soddisfazione nei risultati e con l'acrilico, da cui sono nate opere più moderne e di impatto. 

Le opere dell'artista coniugano il realismo e il non realismo fondendoli a volte, creando risultati profondi. Osservando bene le sue opere ci si ritrova dinanzi ad un cuore che si racconta con semplicità senza alcuna presunzione. 

Art and spiritual sounds, a rendere ancora più bella e rilassante la serata il magico suono del Didgeridoo di Genesio Antoniello di Sant'Angelo dei Lombardi. Uno strumento per molti, inedito e sconosciuto, capace di suscitare davvero piacevoli emozioni. 

Gianni Vigoroso