Paris (Pd): "Primarie per la scelta del candidato sindaco"

E sull'alleanza con De Mita dice: "Assurdo pensare ad accordi se non sappiamo ancora cosa fare"

paris pd primarie per la scelta del candidato sindaco
Avellino.  

di Pierluigi Melillo

Guarda al futuro. E non ha dubbi: “Se il sindaco Foti, come ha detto, non è interessato a un secondo mandato non abbiamo altre strade se non quella delle primarie”. Ha le idee chiare la parlamentare del Pd, Valentina Paris, che in una intervista a tutto campo su Otto Channel canale 696 (GUARDA VIDEO) ha parlato di Sud, Pd e amministrative. “Questa amministrazione – ha detto la Parsi riferendosi alla giunta di Avellino - aveva un paio di bilanci fa la possibilità di avviare una fase di rilancio. Così non è stato. Eppure si era riusciti a superare le difficoltà finanziarie. E' stato poi sbagliato scaricare ogni responsabilità amministrativa sul partito”. La parlamentare ammette le difficoltà vissute dal Pd in città.

“Ahimè – ha spiegato la Paris - dal 2009 non abbiamo mai avuto un segretario cittadino del Pd ad Avellino o un coordinamento dei segretari di circolo. E se fino ad oggi non abbiamo avuto una rappresentanza, ora c'è solo una strada da seguire: chiedere ai cittadini qual è il profilo migliore da mettere in campo, cercando anche di farci trovare, perché in tanti momenti questa città non ci ha trovato”.

Nel Pd c'è chi spinge per un patto con De Mita, è possibile?

"Le alleanze sono una storiella divertente che ritorna nei mesi pre amministrativi, il Pd ha forza e radicamento e la capacità di fornire soluzioni. Ma è quasi tragicomico il fatto che senza ancora esserci detti cosa pensiamo di fare ci stiamo preoccupando di cercare persone per fare qualcosa che ancora non sappiamo. Mi sembra assurdo”.