Novellino tra emergenza, Cesena e futuro: "Ecco la verità..."

Due grattacapi dell'ultim'ora per l'Avellino e il suo tecnico, protagonista in conferenza stampa

novellino tra emergenza cesena e futuro ecco la verita
Avellino.  

 

di Marco Festa

L'Avellino e Walter Alfredo Novellino vedono la vetta della montagna della salvezza, ormai ad un passo dall'essere scalata. Domani arriva il Cesena, che fece saltare la panchina di Toscano, nella gara di andata, favorendo proprio il subentro del tecnico di Montemarano. Così bravo da rubare la scena alla sua stessa impresa. Perché in città e in provinca, nel web e per strada, non si parla del suo futuro: “Mi trovo bene qui e poi sono irpino - ha commentato a tal proposito il mister dei lupi - parlerò con la società a salvezza raggiunta, adesso non vorrei condizionare nessuno. Non vado alla ricerca di contratti, sto solo aspettando la fine del campionato.”

Guai però ad abbassare la guardia prima che sia stato sferrato il colpo del k.o. anche perché tra infortuni, acciacchi e squalifiche – appiedati per un turno dal giudice sportivo Eusepi e Moretti – i nodi tecnico-tattici da districare: “Dovrò valutare Jidayi che ha preso una forte botta alla caviglia e Djimsiti con l’influenza. Migliorini è fuori – ha proseguito il trainer dei biancoverdi - poi ci sono gli squalificati ma non cerco alibi. Siamo consapevoli delle difficoltà che possiamo creare al nostro avversario.”

In attacco, pre-tattica a parte, scocca l'ora di Castaldo, che pre-tattica a parte sarà preferito, con ogni probabilità a Verde: “È la sua occasione, tengo in considerazione anche Daniele (Verde, ndr) e stanno benissimo pure Bidaoui e Belloni.” ha concluso.

L'elenco dei 21 convocati.

Portieri: Lezzerini, Radunovic.

Difensori: Asmah, Djimsiti, Gonzalez, Jidayi, Laverone, Perrotta, Solerio.

Centrocampisti: Belloni, D’Angelo, Lasik, Omeonga, Paghera.

Attaccanti: Ardemagni, Bidaoui, Camarà, Castaldo, Soumarè, Verde.