Taccone a Otto Channel: "Non venderò mai in toto l'Avellino"

Il presidente dei lupi ha pure parlato del rapporto con Novellino e fissato l'obiettivo stagionale

taccone a otto channel non vendero mai in toto l avellino
Avellino.  

 

di Marco Festa

Ieri sera, nel corso di Derby Serie B, la trasmissione di Otto Channel 696 dedicata alle formazioni campane che militano nel torneo Cadetto – in onda ogni sabato alle 21 – è intervenuto telefonicamente il presidente dell’U.S. Avellino Walter Taccone. Il numero uno del club biancoverde ha iniziato la propria disamina dal roboante 5-1 rifilato al Foggia dai suoi lupi: “Da quando ho preso l’Avellino nel 2009, a parte la partita di Serie D contro il Matera (6-0 del 4 aprile 2011, ndr), questa è la vittoria più larga della mia gestione. É stato un piacere godermi questo successo, che è maturato grazie a una prestazione all’altezza, in un clima di entusiasmo generale. Ora, però, rimaniamo ci piedi per terra.”

Alle spalle una settimana in cui il pubblico disappunto per la prestazione offerta dai biancoverdi a Cremona ha generato un polverone mediatico: “Non c’è stata nessuna polemica tra me e Novellino. Mi domando e dico: tutti possono parlare, dal primo all’ultimo, su ogni aspetto delle partite dell’Avellino, e l’unico str… che caccia i soldi, che sono io, non potrei dire la mia? Mi sembra paradossale. Ho detto quello che probabilmente il 70 - 80 per cento dei tifosi che hanno visto la partita con la Cremonese hanno pensato. Contro la Cremonese avremmo dovuto e potuto vincere la partita. Detto ciò, col mister deve esserci massima sintonia perché guida la squadra e sceglie i giocatori da mettere in campo: se non fosse così il presidente farebbe l’allenatore e il preparatore. Non sono mai entrato e mai entrerò nel merito delle scelte di Novellino, ma se la mia critica è servita a stimolare un po’ l’ambiente e a fare in modo che i ragazzi dessero l’anima in campo, beh, allora lo farò ogni settimana. Scherzo, ovviamente. Non basta? Abbiamo rinnovato il contratto a Novellino riconoscendo quanto fatto nella scorsa stagione, che è stato qualcosa di straordinario. Le scelte di mercato sono state prese insieme: abbiamo preso tanti giocatori, il 95 per cento in maniera condivisa tra me, il tecnico e i direttori. Un esempio? Per convincere Morosini Marchizza abbiamo lavorato in maniera sinergica e costante anche durante le mie ferie: dunque, per l’ennesima volta, nessun problema o attrito con Novellino. Ho detto solo la mia sulla prestazione di squadra, che a Cremona non mi è piaciuta. Forse avrei dovuto esternare il mio pensiero nel chiuso dello spogliatoio, ma mi piace parlare in maniera schietta e senza problemi, dato che non offendo mai nessuno.”

Taccone è stato non meno perentorio nell’indicare il traguardo che si attende che il suo Avellino tagli: Obiettivi? Se non facciamo i play off è un fallimento mio, per primo, e a cascata per tutti. Non l’ho mai nascosto. Abbiamo allestito una squadra di tutto rispetto. Il primo passo è raggiungere i 50 punti e la salvezza, è chiaro, ma puntiamo decisamente ad altri traguardi rispetto alla semplice permanenza in categoria. Barra a dritta fino a gennaio quando vedremo a che punto siamo; se e cosa serve per migliorare ulteriormente.” 

Anche ieri in tribuna, al suo fianco, c’era l’ex presidente del Latina Angelo Ferullo“Ferullo? Con Angelo, non è un segreto, stiamo parlando da mesi. Lui è fortemente determinato a entrare in società. A giugno, quando uscì di scena il mio amico Michele Gubitosa, che mi è dispiaciuto non vedere in Tribuna perché l’ho invitato e gli ho detto che aspetto i suoi abbracci dopo i gol dell’Avellino, sono rimasto solo e lui si è avvicinato a me così come altri imprenditori. Ferullo è uno degli imprenditori che vedo e sento con maggiore costanza: probabilmente, prima o poi, si deciderà a fare qualcosa. L’Avellino ha bisogno di tutto e di tutti: se arriva qualcuno saremo ben felici di aprirgli le porte societarie. In ogni caso ci tengo a precisare un aspetto fondamentale. L’ho detto e lo ripeto: non venderò mai l’Avellino in toto. A nessuno. Per nessuna cifra. Sono unicamente aperto a far entrare altri imprenditori con noi, pure cedendo la maggioranza; sono disponibile a discutere, ma non uscirò, mai, dall’Avellino. Quando ami qualcosa non puoi strappartela dal cuore.”

Clicca qui per il video con l'intervento integrale di Walter Taccone a Derby Serie B in onda ogni sabato alle 21 su Otto Channel 696 (tratto da OttoChannel.tv)