Ladri e vandali in azione: devastata l'oasi wwf di Pannarano

Distrutte reti e finestre, rubati soldi, bevande e anche cibi

ladri e vandali in azione devastata l oasi wwf di pannarano
Pannarano.  

Furti e devastazione nell'oasi Wwf di Pannarano: distrutte reti, finestre e rubati addirittura cibi destinati a turisti e ospiti. 
A denunciare l'accaduto il presidente dell'associazione, Campolongo: "Deve essere accaduto nella notte tra mercoledì e giovedì, il custode  ha trovato divelta parte della staccionata (circa 10 m.) che delimita l’area attrezzata per la sosta e una delle finestre posteriori del rifugio completamente divelta e spalancata; sul pavimento erano sparsi ovunque vetri rotti e pezzi di legno e ferro della finestra 

Tutte le porte interne erano spalancate così come gli sportelli dei frigoriferi in cucina e le luci accese.

Gli ignoti visitatori avevano rovistato ovunque e da un primo inventario risulta che gli stessi avevano rubato circa 30,00€ in monete da due cassette metalliche sotto al bancone del rifugio, due binocoli, bibite e vivande varie destinate ai visitatori, alcuni utensili.

Il valore economico dei soli oggetti rubati ammonta a circa 350,00 €, a cui si devono aggiungere i danni agli infissi ed alla staccionata.

Dell’accaduto sono stati informate le Forze dell’Ordine (i Carabinieri di Montesarchio gli ex-Forestali).

L'Associazione WWF Sannio si è fatta carico delle spese più urgenti e si spera nell’aiuto del Comune di Pannarano e della Comunità Montana Partenio, almeno per la riparazione delle strutture".