Atti vandalici sulla Torre, l'amministrazione: "Atto idiota"

"Ferma condanna: i cittadini capiscano che distruggere le aree simbolo è da stupidi"

atti vandalici sulla torre l amministrazione atto idiota
Montesarchio.  

Panche e tavoli rotti, immondizia ovunque: tutto questo nell'area simbolo della città. Ha lasciato l'amaro in bocca l'atto vandalico compiuto a Montesarchio nell'area della Torre. Per questo è intervenuta l'amministrazione comunale con un messaggio: “Vedere quello che è accaduto sulla #Torre ci indigna profondamente”. Così l'amministrazione comunale di Montesarchio sugli atti vandalici che hanno riguardato tavoli e panche nell'area del monumento simbolo della cittadina. “Fanno male quelle immagini, soprattutto in considerazione del percorso che è stato avviato in quell'area. Panche e tavoli distrutti e trascinati sui sentieri creati per rendere quel luogo fruibile, immondizia lasciata nel verde... No, tutto questo non va bene. Esprimiamo ferma condanna per questo gesto e vicinanza alle sentinelle della Torre: alleato prezioso in questi anni, simbolo di quel rapporto virtuoso tra istituzioni e cittadini che fa tanto bene ai paesi. Grazie alla collaborazione con le sentinelle siamo riusciti a mettere in pratica la nostra idea: rendere la Torre non solo un monumento da ammirare passivi, ma un'opera d'arte fruibile ai cittadini. Siamo contenti che quelle panche, quei tavoli, che sono stati donati alle sentinelle, possano ospitare giovani e cittadini che di sera si godono il panorama, il fresco, lo scenario magnifico, ma trasformare l'area in una pattumiera e distruggere panche e tavoli è un atto idiota, che condanniamo. Proveremo a rafforzare i controlli, ma crediamo di più nell'educazione: vorremmo che i cittadini, soprattutto i più giovani, capissero che distruggere e sporcare le aree simbolo della loro città, quelle che fuori gli invidiano, non è una “ragazzata”, ma un atto stupido, vuoto e controproducente. Tutto questo non ci scoraggia però: andiamo avanti, assieme alle sentinelle, per tutelare e valorizzare il luogo più bello della nostra città: NON MOLLIAMO.