Sei donna e laureata? Non ti assumo o ti pago quattro soldi

Il rapporto Almalaurea: nel Sannio le aziende informatiche al vertice per assunzioni

sei donna e laureata non ti assumo o ti pago quattro soldi
Benevento.  

Quasi mille laureati, intorno ai 25 anni, con voti molto alti e in maggioranza donne. E' questo il bilancio tracciato da Almalaurea per il 2016 per l'Università degli Studi del Sannio. Sono stati 908 gli studenti che hanno conseguito una laurea nell'ateneo sannita, in maggioranza laureati alla triennale, donne nel 55 per cento dei casi. Si alza ulteriormente la percentuale di donne se si passa ad analizzare i dati delle lauree magistrali: in questo caso è rosa il 64 per cento di chi arriva alla conclusione del ciclo di studi.


Le dolenti note arrivano quando si parla di lavoro e di possibilità che arrivano dal territorio. Dei laureati lavora solo il 26 per cento. Nel dettaglio: ha trovato un lavoro dopo la triennale il 18 per cento dei laureati, dopo la magistrale a ciclo unico il 20 per cento, dopo la magistrale il 42 per cento. Il 42 per cento dei laureati nell'ateneo sannita non lavora e non cerca un lavoro, ma in gran parte è per continuare gli studi. Il 32 per cento dei laureati invece non lavora ma cerca un'occupazione.
E qui viene alla luce una delle caratteristiche ataviche del tessuto occupazionale sannita: nonostante si laureino molte più donne rispetto agli uomini, c'è una differenza sostanziale nelle possibilità lavorative del post laurea. Dei laureati che hanno trovato un'occupazione il 30 per cento sono uomini, il 23 per cento donne.


Per quanto attiene alle tipologie contrattuali con cui sono stati assunti i neo laureati, c'è la predominanza del tempo indeterminato (34per cento), segno che la decontribuzione degli scorsi anni ha funzionato, poi i contratti atipici (24 per cento), nel 90 per cento dei casi in aziende private. Il pubblico pesa pochissimo nel Sannio: solo l'8,5 per cento ha trovato lavoro in un ente o in un'azienda statale.


E, a dimostrazione dei dati da noi elaborati giorni fa, relativi al boom delle nuove tecnologie nel Sannio: la maggioranza delle assunzioni dei neo laureati dell'Università del Sannio è di aziende informatiche.
Per quanto attiene all'emigrazione: resta sul territorio il 68 per cento dei laureati, mentre il 32 per cento trova lavoro fuori dalla Campania, di questi, il 2 per cento all'estero.


Molto basse le retribuzioni per i neo assunti: intorno ai mille euro, di meno se laureati alla triennale, poco più se laureati con magistrale e magistrale a ciclo unico...e anche in questo caso si fanno sentire le differenze tra donne e uomini. Per le neo assunte la media della retribuzione è di 850 euro, 150 euro in meno rispetto ai colleghi uomini.

Crisvel