E a Potenza il sindaco paga i dipendenti al posto di Trotta

"Se non pagheranno, liquideremo gli stipendi con le risorse destinate al Tpl"

e a potenza il sindaco paga i dipendenti al posto di trotta
Benevento.  

A Potenza, altro comune capoluogo dove Trotta Bus gestisce il trasporto pubblico, con alcuni problemi, interviene il comune per pagare le spettanze dei lavoratori. 
Dopo aver intimato all'azienda di pagare entro quindici giorni, il sindaco De Luca ha avvertito che in caso non fosse rispettato il termine, la quota del comune destinata agli adempimenti del trasporto pubblico verrà utilizzata per pagare gli stipendi. 
Questa la nota del Comune: "l Sindaco ing. Dario De Luca, l’Assessore ai trasporti avv. Gerardo Bellettieri e l’Assessore al bilancio dott. Luigi Vergari comunicano che l’Amministrazione comunale di Potenza ha attivato le procedure previste dall’art. 5 del DPR n. 207/2010 che consentiranno l’intervento sostitutivo dell’Ente atto a saldare direttamente ai lavoratori della ditta Trotta bus spa, gestore del servizio di trasporto pubblico urbano, le retribuzioni arretrate, detraendo il relativo importo dalle somme dovute al menzionato gestore.
“E’ stata siglata dal competente Dirigente ai trasporti la nota che ingiunge alla ditta Trotta di provvedere entro quindici giorni alla liquidazione delle spettanze arretrate alle sue maestranze” si legge nella nota. “Trascorso tale termine di legge infruttuosamente, il Comune di Potenza utilizzerà le risorse destinate al pagamento degli adempimenti contrattuali del TPL per liquidare direttamente gli stipendi arretrati dei lavoratori. Il nostro augurio è che presto la Trotta Bus spa chiarisca con gli Enti interessati riguardo alla situazione contributiva che, come è noto, non le rende al momento possibile incassare le spettanze maturate, nel frattempo abbiamo ritenuto ineludibile un nostro intervento. E’ questa una procedura di carattere eccezionale, che abbiamo deciso di intraprendere, coadiuvati in questo dall’intera maggioranza in Consiglio comunale, a garanzia e beneficio dei lavoratori impegnati nel servizio pubblico del trasporto urbano di Potenza e dell’intera cittadinanza, fruitrice di tale servizio” concludono gli amministratori".