Diretta. Nestlé: assunzioni e sviluppo "Crediamo nel Sannio"

Le istituzioni a san vittorino per il piano di sviluppo Nestlé

diretta nestle assunzioni e sviluppo crediamo nel sannio

La scherzosa minaccia di De Luca ai vertici di Nestlé: "Non fate scherzi: o usate prodotti nostri, a partire dalla mozzarella o perderete mercato"

Benevento.  

È arrivato il ministro De Vincenti a san Vittorino per la presentazione del piano di sviluppo Nestlé, con lui il governatore De Luca e le istituzioni del territorio a partire dal sindaco Mastella.

De Vincenti a proposito dei nuovi posti di lavoro che arriveranno ha dichiarato: "Il governo crede fortemente in questo piano. Lo sviluppo del Mezzogiorno è la priorità della nostra agenda".

Interviene il sindaco Mastella: "Grati a Nestlé per avere scelto Benevento. Il governo ha fatto da guida all'idea privata. Giornata particolare, da tanto qui non vedevamo segnali di ripresa. Ci auguriamo, e lo chiedo a De Luca e De Vincenti, che si creino le condizioni per una ripresa. Senza sud l'Italia non ce la fa. Siamo un'area interna, vorremmo essere affiancati nella battaglia dalla Regione e dal ministro per il Mezzogiorno. Siamo fuori dalla Zes, si faccia in modo di rientrare. Vogliamo che il governo faccia uno zoom su di noi. Benevento decresce dal punto di vista demografico, spero che, come Nestlé ha prestato attenzione, ma serve un di più".

Parte citando papa Giovanni Paolo II il capo mercato di Nestlé Italia, Leo Wencel:  "chiedo scusa per imperfezioni in italiano, ma si sbaglio mi corrigerete, da polacco", poi entrando nel merito del piano" il sito di Benevento è parte importante del nostro piano di valorizzazione del made in italiy. Da qui porteremo la pizza in tutto il mondo, buitoni è un marchio storico. Per noi è una grande sfida, se ci sarà successo sarà successo di tutti. Oggi ringrazio il nostro giovane team, che dedica molte energie al progetto".

Interviene Massimo Ferro, direttore corporate strategy: "Lo stabilimento arriverà al regime massimo.di 350 pizze al minuto nel 2020. È una grande sfida, porteremo la pizza in tutto il mondo. Nestlé ha fatto questo investimento in accordo coi partner: sul piatto ci sono cinquanta milioni. A settembre partirà linea bella Napoli, in costruzione poi altri magazzini, dal 2018 ci saranno altre linee di produzione. Il nostro progetto vuol coniugare il saper fare italiano con l'innovazione".

Prende la parola il presidente di confindustria Benevento, Filippo Liverini: "È un giorno davvero importante. La Nestlé è un'opportunità di lavoro per i giovani, per le imprese, per il territorio. Quando mi sono insediato ho detto che crediamo nel futuro imprenditoriale di Benevento: oggi grazie al lavoro di squadra aggiungiamo un tassello importante. De Luca con grande pragmatismo è riuscito a dare impulso importante, non è un caso se la Campania ha fatto registrare il più alto aumento di pil d'Italia. Ci sono anche problemi però: ritardi strutturali e mancanza di infrastrutture. Ci saranno interventi importanti, la realizzazione della Telese caianello aumenterebbe il pil di 240 milioni di euro. Mi appello a De Luca: per realizzare infrastrutture servono materie prime, e nel Sannio non abbiamo cave autorizzate. Chiediamo un incontro su questo aspetto. La nostra provincia invecchia, i giovani scappano, dobbiamo dar loro occasione di restare".

Interviene Domenico Arcuri, ad di Invitalia: "Non è vero che Italia non ha ricominciato a crescere. Dibattito stucchevole a proposito. Non è vero che non si investe a sud: molte aziende straniere hanno investito qui".

De Luca: "due anni fa qui c'era un disastro, oggi si registra un clima completamente diverso, perché si è lavorato con serietà. L'investimento è strategico, anche se la pizza surgelata qui sembra una bestemmia. Verificheremo la bontà del prodotto. Chiedo ai dirigenti Nestlé di utilizzare prodotti locali, senza distrarsi. Vorremmo che pomodori siano nostri, con tutti gli altri prodotti di base.
La mozzarella, anche se vogliono dare una doc alla Puglia, ma lì oltre la burrata non possono andare. Perciò o usate mozzarella campana o perdete quote di mercato. Abbiamo creato condizioni importanti per lo sviluppo, ed è arrivato un grande aumento del pil. Il lavoro di recupero deve continuare. Puntiamo a immettere miliardi di euro di risorse tra la fine del 2017 e l'inizio del 2018.
A Benevento già c'è un bando da 20 milioni di euro e altri soldi arriveranno". Interviene il ministro per la coesione territoriale e il Mezzogiorno: "Colpito dalle caratteristiche del progetto. Tutto ciò avviene grazie a un team di giovani. Importante che si lavori sui prodotti locali. È l'investimento giusto nel posto giusto. Questo investimento dice che questa terra ha grandi caratteristiche.
È vero che l'atmosfera sta cambiando, col Mezzogiorno che sta svolgendo un ruolo decisivo. Qui tanti giovani scoraggiati, dobbiamo essere lucidi per affrontare questi drammi e capire quali energie possono fare uscire da questi drammi. Oggi diffuse competenze nel meridione, ci sono.energie vive e dobbiamo lavorare su questo"

Cristiano Vella