Il dramma di Fulvio. «Si è tolto lo zaino e si è lanciato giù»

Il racconto delle amiche. Ateneo sotto choc

il dramma di fulvio si e tolto lo zaino e si e lanciato giu
Napoli.  

 

di Simonetta Ieppariello

Si è tolto il giubbotto e zaino dalla spalla. Li ha posati a terra. Si è avvicinato al parapetto. Poi il salto nel vuoto. Dieci metri e quel tonfo terribile. La morte. E’ volato giù da quella terrazza d fronte all’aula magna dell’ateneo di Corso Umberto. Alla Suor Orsola Benincasa la tragedia che scuote tutti, annichilisce, stordisce e dispera con quel ragazzo, uno come tanti che ogni giorno affollano aule e corridoi. Le ragazze hanno raccontato ai carabinieri della stazione dei Quartieri Spagnoli di aver visto Fulvio saltare, ma di non aver avuto il tempo di fermarlo. Era successo il 20 giugno del 2013, ma si era salvato. Allora, in quel giorno di quasi estate, Fulvio Romano si era lanciato dal ponte di via Mario Fiore, al Vomero, ma era finito su di un'auto che si dirigeva verso via San Gennaro ad Antignano, l'urto era stato attutito e lui si era miracolosamente salvato. Ma soffriva Fulvio, non voleva più vivere. Aveva già superato con successo i primi sei dei sette esami previsti, era figlio di un dipendente di banca in pensione e di un'insegnante e aveva un fratello di venti. Ma l’ombra della depressione lo perseguitava. E’ una tragedia che nelle menti e nei cuori di studenti e professori, personale amministrativo e didattico della Suor Orsola Benincasa ricorda il dramma delle scomparsa di un’altra allieva. Nel giugno del 2011 una studentessa, Antonella Iorio, morì mentre sosteneva l'ultimo esame del suo percorso di studi a causa di un malore. La ragazza studentessa puntuale e lodevole. Aveva 23 anni ed era origniaria di Santa Maria Capua Vetere.

Ieri Fulvio era arrivato in facoltà per studiare con le sue amiche. Era bravo, aveva fatto i suoi esami e con eccellente profitto. Semplicemente Fulvio si è allontanato dagli amici ed è saltato giù dal terrazzo. Subito dopo il rettore dell'Università, Lucio D'Alessandro, ha interrotto le attività didattiche. Poi il messaggio pubblico diffuso sui siti dell’Ateneo: «Sgomento e cordoglio sono i sentimenti dell'intera comunità accademica dell'Università Suor Orsola Benincasa profondamente colpita stamane dalla tragica scomparsa di Fulvio R., studente del Corso di Laurea triennale in Scienze e tecniche di psicologia cognitiva. Fulvio era iscritto al Suor Orsola dall'anno accademico 2016-17, nel quale aveva brillantemente sostenuto (anche con una lode) ben sei dei sette esami previsti dal primo anno di corso. Appresa la notizia il Senato Accademico dell'Università Suor Orsola Benincasa ha immediatamente disposto la sospensione di ogni attività didattica in segno di lutto. La famiglia dello studente è stata accolta dal Rettore Lucio d'Alessandro e dalla Prof.ssa Antonella Gritti, docente del Corso di Laurea in Scienze e Tecniche di Psicologia cognitiva». E