In Certosa la chitarra di Loia omaggia il Cilento

Domani sera a Padula il secondo appuntamento della rassegna "Luci della Ribalta"

in certosa la chitarra di loia omaggia il cilento

Il cantautore milanese ha deciso di trasferirsi al Sud per valorizzare con la musica le sue radici più profonde

Padula.  

Domani a Padula il secondo appuntamento della rassegna “Luci della Ribalta”. Alle 21, sul palco allestito all’interno della Certosa San Lorenzo, salirà il chitarrista Angelo Loia, uno dei più importanti interpreti etnopop della musica cilentana.

Un “emigrante al contrario”, così ama definirsi Loia che, dopo aver vissuto fino a 30 anni a Binasco, in provincia di Milano, ha poi scelto di vivere nel Cilento, terra di origine della sua famiglia. Le influenze di suo zio, Aniello De Vita, chitarrista e cantautore cilentano, hanno segnato buona parte del suo percorso artistico. E domani, con il progetto Oìza, Loia proporrà al pubblico della Certosa un repertorio in grado di coniugare la tradizione del territorio alla canzone d’autore.

I brani del concerto sono contenuti nei cd “Aria re viento re terra” (2006), “So’ nato a lo Ciliento…e me ne vanto” (2007). Il concerto di domani sera è a ingresso gratuito. Gli spettacoli e i workshop previsti dal ricco cartellone della rassegna torneranno poi in autunno con tanti appuntamenti da non perdere.

Redazione