Rosina: ridimensionamento? Possiamo fare come Spal e Benevento

Prima intervista stagionale della Salernitana con il suo capitano

rosina ridimensionamento possiamo fare come spal e benevento
Salerno.  

Prima intervista ufficiale per la Salernitana 2017-18. E' il capitano Alessandro Rosina a parlare ai giornalisti presenti al ritiro dei granata: "Inizio questa nuova avventura con uno spirito molto positivo – ha dichiarato Rosina - Sono tre giorni che siamo qui, stiamo lavorando bene. Il posto è bello, si può lavorare nel migliore dei modi. Insomma sta andando tutto per il meglio. Riscatto? Io non devo riscattare nulla, ho fatto la mia stagione, così come la squadra. Ho cercato di migliorare, di fare di più, ma non c'è nulla da riscattare. Non è che Rosina l'anno scorso ha fatto zero e ora deve fare cento”.

Quest'anno però si può contare sulla preparazione precampionato. “Certo, ma non cerco alibi. E' vero che erano tre anni che non facevo preparazione adeguata per vari motivi. Quest'anno c'è la possibilità e cercherò di prepararmi per il meglio. Io leader della squadra senza Coda e Donnarumma? La responsabilità c'era già anche l'anno scorso con loro come compagni. Ora ci sono stati nuovi arrivi ed è normale che chi ha più esperienza debba dare un po' di regole ai più giovani”.

Quali sono gli obiettivi di questa squadra? “Non ci sono stati imposti obiettivi, ma dobbiamo lavorare sodo e serenamente per affrontare un buon campionato. Lavorare con lo stesso allenatore dello scorso anno è già un buon punto di partenza, il fatto di conoscerci favorisce l'unità di intenti. L'importante poi è costruire un gruppo forte, indipendentemente dai calciatori che ci sono e che verranno. Ridimensionamento? Non si può mai dire. Chi avrebbe scommesso l'anno scorso sulla promozione di Spal e Benevento? A dimostrazione che il campionato di serie B è un torneo particolare”.

Il calciatore poi continua: “Sulle dichiarazioni di Mezzaroma che mi riguardano hanno già risposto mio fratello e anche il direttore Fabiani. Non c'è nulla da polemizzare, è tutto a posto, bisogna solo migliorare. Io sono in perfetta sintonia con la società, c'è da entrambe le parti la voglia di continuare insieme, anche perchè non ci sarebbe futuro senza la voglia di restare”.

Quale è la tua collocazione in campo? “Come nelle ultime gare di campionato, terzo attaccante di destra. L'ho fatto anche a Bari e penso possa essere una buona soluzione”. 

Maurizio Grillo