Ci Scrive: scommesse, quotazioni poco attendibili, ecco perchè

Il noto tifoso granata Andrea La Padula analizza i dati

ci scrive scommesse quotazioni poco attendibili ecco perche
Salerno.  

Gentilissimo Direttore,

ho letto con interesse sia le previsioni dei gestori delle scommesse, sia i commenti dei tifosi salernitani, rilevando quanto emotive e vivaci siano state le reazioni

Abituato da sempre a giudicare anche la passione sportiva con un minimo di raziocinio ho voluto verificare se e quanto le valutazioni così dette “ante-post” possano essere accurate. Un breve studio ha dato risultati che possono solo rallegrare il tifoso preoccupato dalle catastrofiche previsioni sulla Salernitana.

La differenza tra classifica virtuale e reale

Purtroppo le previsioni ante post sulle promosse in serie A dello scorso anno sono difficili da reperire, forse perché con prudenza ne vengono tempestivamente rimosse le pagine; forse si ha paura delle verifiche postume? Ho ritrovato comunque sul web una pagina con la quotazione per la vincente il campionato pubblicata il 4 settembre 2016, quando già si era giunti alla terza giornata. Per pietà verso l’onesto (e improbo) lavoro degli analisti non riporterò la fonte.

La scaletta delle quotazioni non può che essere rapportata alla forza in valore assoluto (attribuita dall’analista) delle squadre; ordinando quindi le squadre secondo tale valore si ottiene quindi una classifica virtuale, da me riportata nel prospetto seguente nella prima colonna.

Dopo altre due colonne con il nome della squadra e la quotazione ho riportato la classifica reale a fine campionato, quindi la differenza tra la classica virtuale e quella reale.  

Confrontare la tabella in foto

Come si può rilevare dalla tabella in foto la previsione è scarsamente affidabile, infatti:

** Anche concedendo uno scarto di due posizioni come previsione centrata (non possiamo prendere la perfezione da veggente!) ben 13 squadre hanno un risultato nettamente differente dal previsto: 7 in peggio, 6 in meglio. Precisione della previsione 40,9%

** Delle prime tre squadre previste solo il Verona centra la promozione, anche se non da capolista ma da secondo classificato; il Carpi è fuori dalle prime, sarà ai play off ma poi eliminato dal Benevento; il Frosinone centra l’obiettivo (terzo come previsto) ma non vincerà i play off! Precisione della previsione mediamente il 50%: è del 66% per quanto attiene la posizione delle prime tre, del 33% per quanto attiene le squadre promosse.

** Delle 5 squadre previste ai play off solo una è rientrata in questa fascia e per di più all’ultim posizione utile, lo Spezia. Precisione della previsione 20%

** Delle 9 squadre di cui si prevedeva un anonimo campionato di centro classifica in realtà una ha vinto direttamente il campionato (la Spal, rimontando 15 posizioni tra la previsione e la reltà!); due squadre hanno raggiunto i play off ed una li ha vinti (Perugia e Benevento); una squadra peggiorando di 7 posti la previsione (oil Vicenza) è retrocessa direttamente. Questa del resto per la lunghezza del lotto delle partecipanti era la previsione più semplice, e comunque precisione della previsione 55,6%

** Delle 2 squadre per le quali si prevedevano i play out non ne è stata indovinata nessuna: la Ternana si è salvata, il Latina è retrocessa come ultima. Siccome però la Ternana si è salvata dai Play Out in virtù del distacco, e non della posizione, si può considerare parzialmente indovinata la previsione, per cui precisione della previsione 50%

** Per la zona retrocessione diretta si prevedevano tre squadre, delle quali una sola , il Pisa, è effettivamente retrocessa; la Pro Vercelli si è salvata ed il Cittadella, con un risultato di 14 posti migliore della previsione, è entrato in zona play off! precisione della previsione 33%

La previsione non è affidabile

La precisione media delle diverse previsioni è quindi inferiore al 39%; non è quindi né una previsione totalmente campata in aria né tanto meno una verità assoluta.

Al termine di questo studio serioso posso quindi affermare che la razionalità conferma i giudizio coloriti e umorali dei tanti che hanno mandato a quel paese le previsioni.

Conviene scommettere sulla Salernitana

Per quanto mi riguarda non posso che ribadire il rispetto per il lavoro degli analisti delle società di scommesse che, intendiamoci, non è mirato ad emanare una profezia stile Sibilla Cumana, ma è mirato a far si che la somma delle quotazioni non metta in crisi il sistema economico della società per cui lavorano. Quanto a me continuerò a non scommettere, in particolare sulla Salernitana, convinto come sono che scommettere sulla squadra del cuore porta male. Anche se con la quotazione data quest’anno (50 a 1) quasi quasi ci faccio un pensierino. Un investimento di € 20,00 e se mi va bene l’anno prossimo mi permetterò una vacanza a Roccaporena lunga quanto tutto il periodo del ritiro!

FORZA SALERNITANA, ti spingeremo come sempre con il cuore oltre ogni razionale previsione!

Andrea La Padula

Redazione Sport