Serie B, il quadro della quarta giornata: c'è Perugia-Parma

I granata dovranno seguire con attenzione la sfida di Brescia, ecco perchè...

serie b il quadro della quarta giornata c e perugia parma
Salerno.  

Prenderà il via domani sera con due anticipi la quarta giornata del campionato di serie B, con un menu particolarmente interessante e che sicuramente richiamerà l'attenzione di migliaia e migliaia di appassionati. Detto ampiamente di Salernitana-Pescara (confronto aperto a ogni tipo di pronostico e che vedrà il ritorno di Zeman all'Arechi esattamente dopo 14 anni), si segnalano due big match. Il primo è quello tra Frosinone e Bari: da un lato i ciociari di Longo e del super attacco Ciano-Ciofani-Dionisi, dall'altro i pugliesi di Grosso, blindato dalla società dopo le due sconfitte consecutive e desideroso di ripagare la fiducia della dirigenza e della tifoseria. Il Bari, dopo i ko con Empoli e Venezia, non può più fallire e una terza sconfitta consecutiva rischierebbe di allontanare ulteriormente il pubblico dagli spalti del San Nicola, ma i laziali sono la vera squadra da battere e anche a Pescara, pur subendo tre reti, hanno dominato per almeno 70 minuti palesando una grande condizione psicofisica e una buonissima organizzazione di gioco. Gialloblu favoriti, ma la voglia di riscatto dei galletti giocherà un ruolo fondamentale

Carpi, contro la Cremonese per continuare a sognare...

Lente d'ingrandimento anche su Perugia-Parma, gara tra due club che hanno investito tanto sul mercato e che mirano senza mezzi termini al salto di categoria attraverso i play off. Gli umbri, in gol per 14 volte in 4 gare ufficiali, potranno contare sulla spinta di 12mila spettatori e sulla rivelazione Han, i ducali hanno perso domenica scorsa contro il Brescia e sperano di ritrovare i gol di Calaiò e una maggiore solidità difensiva: proprio per questo mister D'Aversa potrebbe riproporre capitan Lucarelli dal primo minuto, ma anche il laziale Germoni dovrebbe avere una chance per dimostrare tutto il suo indiscutibile valore. Pronostico? Anche in questo caso match da tripla e che regalerà tante emozioni, con i padroni di casa leggermente favoriti. Da brividi anche Foggia-Palermo, un crocevia fondamentale per mister Stroppa che, pur riconfermato dalla società dopo il doppio 1-5 in campo esterno, dovrà necessariamente invertire la rotta per non disperdere il patrimonio di entusiasmo così faticosamente ricreatosi dopo il salto di categoria atteso per 20 anni. I ragazzi di Tedino, tuttavia, sono osso durissimo, ma la legge dello Zaccheria è un fattore e potrà succedere davvero di tutto.

Confronto sulla carta più agevole per l'Empoli (che riceve l'Ascoli), la capolista Carpi proverà a rovinare i piani di risalita della Cremonese, ma dovrà mostrare obbligatoriamente un gioco più efficace perchè non sempre la fortuna strizzerà l'occhio a Calabro. La Salernitana dovrà inoltre osservare con interesse Brescia-Pro Vercelli. I piemontesi, infatti, sono il prossimo avversario dei granata e, in caso di sconfitta al Rigamonti, mister Grassadonia potrebbe essere esonerato. A quel punto la Salernitana si recherà martedì al "Piola" a cospetto di una Pro indubbiamente più motivata come sempre accade in caso di cambio di guida tecnica: si parla di un ritorno di Foscarini, ma sono davvero tanti gli allenatori che attendono soltanto una chiamata per ripartire. Ovviamente Grassadonia spera di salvare la propria panchina battendo il suo ex presidente Cellino.

Chiudono il quadro della quarta giornata Venezia-Spezia, Cesena-Avellino (gara che l'anno scorso costò la panchina a Toscano), Entella-Ternana e Novara-Cittadella, non sono previsti posticipi dal momento che martedì sera si tornerà in campo per il turno infrasettimanale. Anche in quel caso cinque match d'alta classifica ed emozioni assicurate...

Gaetano Ferraiuolo