Meteo,è arrivato Attila:pioggia, gelo e neve da nord a sud

Temporali e fiocchi di neve fino a giovedì. Da oggi è allerta gialla

meteo e arrivato attila pioggia gelo e neve da nord a sud

Da oggi il maltempo interesserà l'intero territorio nazionale, con precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere nevoso fino a quote di bassa collina al nord. Questa fase sarà accompagnata da un ulteriore rinforzo dei venti e una sensibile diminuzione delle temperature. Precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna e Campania. Dalle prime ore di oggi, previste inoltre precipitazioni a carattere nevose intense a quote collinari su Emilia-Romagna e Toscana, con apporti al suolo fino ad abbondanti. Previsti inoltre venti di burrasca fino a burrasca forte, su Piemonte, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, provincia autonoma di Trento, Veneto e Friuli Venezia Giulia, e su Sicilia, Campania e Lazio, specie settori costieri. Possibili mareggiate.

Da oggi è allerta gialla su parti di Emilia Romagna, Marche, Friuli Venezia Giulia, Campania, Calabria e Basilicata.

 "L'Italia è alle prese con il primo vortice di bassa pressione dalle caratteristiche prettamente invernali -spiega Daniele Berlusconi, meteorologo di 3bmeteo.com -, che prosegue: l'aria fredda di estrazione artica che lo alimenta sta permettendo un repentino calo delle temperature e della quota neve sulle aree interessate dalle precipitazioni, che risultano a tratti abbondanti e temporalesche. Il profondo minimo di bassa pressione sta generando inoltre forti venti di bora e grecale, con raffiche che superano i 100 Km/h anche sulla costa adriatica.

NEVE A BOLOGNA, LA PIU' PRECOCE DAL 1980- “La neve si è spinta fino in pianura sull'Emilia Romagna, dove i venti di bora e grecale accumulano l'aria fredda a ridosso della dorsale appenninica. I fiocchi hanno imbiancato città come Bologna, Forlì, Faenza, Imola e Modena, con accumuli che sulla fascia collinare superano anche i 20-30 cm sopra i 200 metri. Si tratta di uno degli episodi invernali più precoci per la regione, dopo quello del 3-4 Novembre 1980.”

MALTEMPO AL CENTRO SUD FINO A GIOVEDI' – “Tra martedì e giovedì il vortice depressionario continuerà a condizionare il tempo dei settori adriatici e del Sud con piogge ed acquazzoni e temporali a più riprese. I fenomeni più abbonanti con rischio di locali nubifragi sono attesi specie tra basse Marche, Abruzzo, Molise e alta Puglia e anche tra Sicilia orientale e Calabria, dove localmente si supereranno i 100 mm. La neve cadrà ancora sula dorsale appenninica centrale, ma solo oltre gli 800-1000 metri. Migliora fin da martedì su tutte le regioni settentrionali, mentre al Sud l'instabilità si esaurirà solo nel corso di venerdì” – concludono da 3bmeteo.com.