Studenti a confronto su mondo imprenditoriale e professionale

Il service "Il treno del futuro"

studenti a confronto su mondo imprenditoriale e professionale

Proseguono gi appuntamenti itineranti del Service “Il treno del futuro - i giovani incontrano il mondo de lavoro” organizzato da Lions Club Avellino Host.

Avellino.  

Presso l’Istituto De Sanctis gli studenti si confrontano con il mondo imprenditoriale e professionale nell’ambito del service “Il treno del futuro – i giovani incontrano il mondo del lavoro” promosso da Lions Club Avellino Host.

 

Dopo essersi confrontati con i rappresentanti delle Istituzioni, degli Enti incaricati all’inserimento lavorativo, degli Ordini di Categoria e delle Associazioni, gli studenti del Colletta, dell’Imbriani, dell’Amabile, del De Sanctis e del Marone incontrano il mondo imprenditoriale e professionale locale.

L’appuntamento è per martedì prossimo, 12 febbraio, presso l’Istituto Tecnico Agrario De Sanctis dalle ore 9.00 alle ore 12.30.

Dopo i saluti di Ernesto Del Giudice L.C. Avellino Host e promotore del Service, del Dirigente Scolastico del De Sanctis Pietro Caterini e del Presidente Lions Club Avellino Host Luigi Monaco, gli studenti dei cinque istituti superiori cittadini che hanno aderito all’iniziativa avranno l’opportunità di interagire con gli imprenditori Angelo Bruscino e Archimede Casoli, con la docente della Facoltà di Farmacia dell’Università di Potenza Carmela Saturnino, con il Presidente e Vice Presidente di Confindustria Giovani Avellino rispettivamente Mariagrazia Villano e Stefano Scauzillo, con la rappresentate del Terziario Donna Confcommercio di Avellino Paola Del Gaudio e con Pina Genua Ruggiero Mentore Lion Club Specialist III Circoscrizione.

“Con questo ciclo di incontri promossi dai soci Ernesto Del Giudice, Mirella Napodano, Carmine Tirri con la consulenza della prof.ssa Serafina Trofa e di Giulio De Angelis l’obiettivo – sottolinea il Presidente di Lions Club Avellino Host Luigi Monaco – è di sensibilizzare gli studenti sull’attuale politica del lavoro, sugli strumenti a disposizione e soprattutto di offrire loro l’opportunità di relazionarsi con  tutti coloro che a vario titolo possono indicare i percorsi da seguire per l’inserimento nel mondo del lavoro”.