Dalla neve dell'Irpinia al sole della Basilicata: Vienna c'è

La guida salernitana partita dai Monti Lattari alla riscoperta dei borghi dimenticati

dalla neve dell irpinia al sole della basilicata vienna c e

Sette giorni di cammino tra i borghi dell’entroterra...

“Apprendiamo con enorme piacere la notizia dell’ingresso in Basilicata della Guida Ambientale Escursionistica, Vienna Cammarota, che sta attraversando i borghi per raccontarli. Accoglierò con gratitudine Vienna, guida salernitana partita dai Monti Lattari il 9 Marzo e che dopo 7 giorni di cammino tra i borghi dell’entroterra sarà a Monticchio la mattina del 16 marzo con il suo dono: la Bandiera dell’Italia quale luce sulle bellezze e sui luoghi talvolta dimenticati."

Lo ha annunciato oggi, Francesco Pietrantuono, Assessore all’Ambiente ed Energia della Regione Basilicata. E le Guide Ambientali Escursionistiche hanno scelto la Basilicata, il Vulture, per lo svolgimento del Meeting Nazionale che quest’anno sarà dedicato anche ai borghi.  

“Desidero ringraziare il Presidente Nazionale di Aigae Filippo Camerlenghi, per aver scelto la Basilicata e, in particolare, il nuovo Parco Regionale del Vulture quale luogo in cui svolgere il “meeting di quasi primavera” che si terrà a Monticchio dal 13 al 17 marzo prossimi.

Lo ringrazio, inoltre, per la centralità che avranno i parchi lucani nel corso del meeting e per le escursioni previste lungo i sentieri del Monte Vulture che lo faranno conoscere ai partecipanti provenienti da tutta Italia. Per migliorare la tutela, la salvaguardia e l’esplorazione dei Parchi – ha proseguito Pietrantuono -  e delle aree protette, abbiamo programmato diverse azioni: dall’apposizione di cartellonistica alla sistemazione della sentieristica con lavori per circa 2 milioni di euro; dall’animazione territoriale e dei borghi all’educazione ambientale; dalla tutela e salvaguardia della biodiversità alle infrastrutture verdi.  Un programma ambizioso, che ha una dotazione finanziaria di circa 20 milioni di euro.

Significativo è stato l’impegno del Dipartimento per la definizione di un nuovo modello energetico che porterà ad una riduzione di gas serra: abbiamo investito sulle smartgrids, sugli impianti di cogenerazione/trigenerazione, sull’efficientamento energetico degli edifici; aumentato del 100% la raccolta differenziata dei rifiuti rispetto ai livelli del 2013, inoltre abbiamo scelto l’idrogeno quale energia per il futuro”.

Ed intanto Vienna sta proseguendo a passo anche rapido perso il Vulture. La gente la riconosce lungo la strada anche grazie alle numerose interviste televisive ed alla carta stampata.

“L’esperienza più difficile è stata l’altra notte a Castelnuovo, in Irpinia – ha proseguito Cammarota – dove non c’era dove dormire. Solo grazie alla disponibilità della gente locale ho potuto pernottare in un prefabbricato del terremoto. Era senza riscaldamento. Poi ieri sono rimasta bloccata dalla neve, in Irpinia e sono riuscita a raggiungere Castelnuovo di Conza prima e Sant’Andrea di Conza poi. Ho attraversato i due borghi proseguendo verso Pescopagano e fermandomi a Rapone. Ho trovato accoglienza, cortesia, cordialità lungo il cammino. In quattro giorni ho attraversato Colliano, Valva, Laviano, Santomenna, Castelnuovo di Conza, Sant’Andrea di Conza. Felice di essere entrata in Basilicata”.

Il borgo di Rapone:

“Rapone conta circa 943 abitanti ed è nella provincia di Potenza – ha concluso Cammarota – e siamo nella valle del fiume Ofanto. Di antichissima origine, presenta indizi di insediamenti sin dal paleolitico. Nella parte superiore si trova  "Rapone vecchio" . Il nuovo abitato fu indicato nelle antiche carte normanno – angioine. Sotto i Normanni, Guglielmo e Guglielmo II, e fino al 1169, Rapone appartenne, come suffeudo non ancora assegnato, alla contea di Conza, mentre nel periodo svevo è annoverato con il del casale di San Tommaso di Ruvo, di Bella e di Pierno, tra quelli incaricati da Federico II di provvedere, alla riparazione del castello di San Fele, dopo la morte a Foggia della terza moglie dell'imperatore, Isabella d’Inghilterra nel 1241. Il feudo di Rapone come quasi tutti i feudi e le terre del bacino interno dell'Ofanto, fu coinvolto anche nei fatti della insurrezione ghibellina del 1268  contro gli Angioini in favore degli Svevi. Una grande storia dunque che arriva fino ai Carafa. Rapone è circondato da boschi e da terreni adatti per i pascoli. Per questo non mancano aziende silvo-pastorali, in particolare per l'allevamento degli ovini e per la produzione di ottimi formaggi. Nel paese è molto praticato anche l'artigianato del ferro battuto, del legno e della ceramica. Altro splendido borgo dell’Italia a testimonianza del fatto che la nostra industria è il Turismo Ambientale”.

Il Meeting Nazionale delle Guide Ambientali Escursionistiche provenienti da tutta Italia.

Dal 13 al 17 Marzo il Vulture sarà capitale italiana del Turismo Ambientale. Il 16 Marzo l’arrivo di Vienna Cammarota a Borgo Villa Maria a Rionero in Vulture. Il 13, 14 e 15, tante conferenze con esperti di turismo, geologi, rappresentanti dei Parchi e del Turismo Verde.

Il Meeting Nazionale delle Guide Ambientali Escursionistiche consentirà di scoprire siti Neolitici di grande valore ma anche di incontrare tutto il mondo del Turismo Ambientale che si da appuntamento a Rionero in Vulture. Si inizierà Mercoledì 13 con i seminari, poi il 16 la Convention con i rappresentanti dei Parchi.

Per quattro giorni dal 13 al 17 Marzo il Parco Naturale Regionale del Vulture, sarà Capitale del Turismo Ambientale. Istituito nel novembre del 2017,  il Parco include parte dei territori comunali di Atella, Barile, Ginestra, Melfi, Rapolla, Rionero in Vulture, Ripacandida, Ruvo del Monte e San Fele, tutti appartenenti alla Provincia di Potenza. Ai Laghi di Monticchio dal 13 al 17 Marzo con importanti conferenze che spazieranno su tanti temi: spopolamento dei borghi. Attraverso la relazione di tre ricerche, svolte lungo la dorsale Appenninica italiana, in Albania del Nord e in Basilicata, verrà affrontato un discorso interdisciplinare sullo spopolamento delle aree interne e il loro possibile futuro in relazione alle nuove forme di turismo verde.

Un viaggio nella storia geologica dell’Italia. La conferenza, in programma il 14 Marzo, dal tema “Occhi per guardare: storia geologica dell’Italia ed elementi di lettura del paesaggio”. Venerdì 15 Marzo altra conferenza interessante sul rapporto tra uomini e foreste, sull’importanza della gestione di un bosco. Sempre il 15 Marzo conferenza sulla gestione emotiva delle emergenze in ambito remoto. Siamo certi di sapere quale sarebbe la nostra reazione di fronte all’imprevisto e di saper reagire in modo corretto? Il Meeting però dedicherà un seminario ai Siti Natura 2000: norme – divieti e prescrizioni per la valorizzazione e la conservazione della natura”.

Il 16 Marzo il Turismo Ambientale si aprirà all’intera opinione pubblica. Ore 9 e 30 a Borgo Villa Maria a Rionero in Vulture. Alle ore 10 e 30 l’arrivo di Vienna Cammarota a piedi dalla Campania. La Guida campana è partita Sabato 9 Marzo da Salerno e sta attraversando i borghi per raccontarli. Al termine, Sabato 16 Marzo alle ore 10 e 30, al suo arrivo, Vienna Cammarota incontrerà la stampa ai Laghi di Monticchio, al Borgo Villa Marina a Rionero in Vulture.