Fontanarosa si prepara al simposio internazionale di scultura

“Scolpire all’aperto”. L'Irpinia, i suoi borghi e le sue eccellenze

fontanarosa si prepara al simposio internazionale di scultura

Fontanarosa sotto i riflettori del mondo...

Fontanarosa.  

La macchina organizzativa legata al V simposio internazionale di scultura “FontanarosArtePietra”, che coinvolgerà tutto il centro storico di Fontanarosa dal 4 al 18 maggio prossimi, sta entrando nella fase di massimo impegno quando ormai mancano esattamente 15 giorni all’evento.

Si prospetta una manifestazione che saprà accendere i riflettori sul borgo irpino e sull’antica arte della lavorazione della pietra che proprio a Fontanarosa, nel corso dei secoli, è andata sempre più perfezionandosi grazie alla maestria degli scalpellini locali. Il Simposio sarà poi occasione per far conoscere le altre eccellenze che contraddistinguono la comunità fontanarosana: in primis il celeberrimo Carro e la tradizione presepiale, senza tralasciare le tipicità enogastronomiche.

Proprio in questi giorni si stanno mettendo a punto gli ultimi dettagli per fare in modo che la manifestazione sia impeccabile. Intanto ci si sta concentrando sulla preparazione della materia prima: i blocchi di pietra di Fontanarosa, che prenderanno forma trasformandosi in vere e proprie opere d’arte grazie alle sapienti mani di artisti ed artigiani, sono in fase di sgrossatura presso i laboratori locali.

È stata confermata, poi, anche la presenza di tre artisti di fama mondiale - Gemma Dominguez Guerra (Costa Rica), Evrim Kilic (Turchia), Chris Peterson (Paesi Bassi): si va in questo modo ad arricchire ulteriormente un evento che, valicando i confini nazionali, sarà realmente in grado di trasformare Fontanarosa in quei giorni in capitale della pietra e della scultura.