"Sono delle semplici date per alcuni, ma non per voi"

L'angolo degli auguri. I primi 50 anni di matrimonio di Gabriele Albagini e Maria De Donato

sono delle semplici date per alcuni ma non per voi

L'immancabile sorpresa della figlia Elisa...

Ariano Irpino.  

10 agosto 1969 - 10 agosto 2019. Sono delle semplici date per alcuni, ma non per voi! Eh già.. per voi due sono 50 anni di vita insieme, d’amore e di felicità, con altre tante date ancora più importanti:

1971: la vostra prima gioia; il vostro primo sogno realizzato, dare alla vita un figlio, Gaetano; poi ancora un'altra a distanza di 3 anni: 1974, lui, Dino e sempre dopo 3 anni avete pensato di dare ancora una vita, e sì nel 1977 avete dato alla luce una femminuccia, me, Elisa.

Avete creato la vostra famiglia. Una famiglia cresciuta e tirata sù con tanto amore e con valori! Poi, un giorno, il destino crudele vi ha messo in ginocchio togliendovi ciò che avevate creato con il vostro amore.

Quel bruttissimo giorno nel lontano, ma non così tanto, 1984; siete caduti insieme in un profondo abisso e con la paura di non riuscire a tornare come prima, ad un uscire da quel limbo che sembrava essere un incubo..

Ma nonostante tutto, nonostante quella sofferenza, quel dolore che vi è stato ingiustamente portato, immenso e indescrivibile, CI avete dato calore e amore mentre i vostri cuori fossero distrutti...

Siete sempre stati uniti, avete lottato insieme superando ogni ostacolo! Spesso avete finto un sorriso per nascondere tutto il vostro dolore, per non mostrare la vostra vulnerabilità.

E dopo tutta la sofferenza passata, uno spiraglio di luce, un piccolo, ma grandissimo miracolo che ha portato finalmente speranza è un po’ di felicità in quel lungo e interminabile momento di buio: nel 1987 ecco che arriva lui, il piccolo di casa, Roberto.

È da quel momento che si inizia di nuovo a respirare, a sorridere e riprendere la vita di questa famiglia in mano, anche se i momenti di tristezza, di difficoltà e di debolezza non sono mancati; ma insieme, tutti quanti insieme, siamo sempre riusciti a superarli e voi siete stati i pilastri che hanno sostenuto e hanno attutito tutto questo.

Che dire cara mamma e papà il vostro è un traguardo pieno di amore, quello vero, e di sopportazione.
Ci avete donato la vita, avete sacrificato voi stessi per noi per primi e per voi; avete lottato, gioito, pianto e sofferto per noi figli, e solo oggi che siamo genitori anche noi, riusciamo a comprenderne il significato e a capire il perché dei vostri “No” e dei vostri rimproveri.

Siete stati e siete tutto ora genitori, e soprattutto nonni di 3 nipoti, semplicemente speciali e unici, fingendo un sorriso per nascondere e non far “pesare” a noi il vostro dolore, per non farci allarmare e preoccupare, con i vostri:” Stiamo bene!” anche se non è così. E nonostante tutto quello che avete passato e che state passando, siete sempre pronti a sostenerci, aiutarci e a coccolarci.

E poi che dire?! Voi non dimostrate l’età che avete! Ogni giorno ci sorprendete con le vostre iniziative, siete super attivi e arzilli!

Poi sembrate due giovani innamorati perché il vostro amore è così forte che sembra come se vi foste innamorati per la prima volta, per i vostri sguardi, il vostro completarvi, le vostre litigate che poi finiscono con una risata e la sintonia che trasmette!

Davvero è difficile trovare le parole giuste per poter descrivere quello che siete, perché voi siete tutto e di più per noi! Per questo non ci rimane che dire grazie, grazie per esservi incontrati, innamorati e aver coronato il vostro sogno!

Grazie per averci insegnato cosa significa “Amore”, per averci insegnato e averci trasmesso i valori della vita e di famiglia.

Grazie per essere quello che siete e non vi cambieremo per niente e nessun’altra al mondo, perché come voi non esiste nessuno! Siamo orgogliosi di avervi come genitori e vi auguriamo che questo amore continui in eterno!

Da parte dei vostri figli: Gaetano, Dino, Elisa e Roberto. E un'augurio speciale dai vostri nipoti: Jessica, Gabriele e la piccola arrivata Camilla.