Don Diana: il teatro, opera di riscatto nel bene confiscato

Teatro Totò. Domani lo spettacolo teatrale 'Schegge di Palcoscenico", a Casa Don Diana

don diana il teatro opera di riscatto nel bene confiscato

L'iniziativa

Si conclude domani con lo spettacolo teatrale 'Schegge di Palcoscenico", a Casa Don Diana, bene confiscato a Casal di Principe, il laboratorio teatrale promosso dal Comitato don Peppe Diana in collaborazione con il Teatro Toto' guidato dal direttore artistico Gaetano Liguori.

L'iniziativa - previsti tre diversi ingressi, tutti gratuiti - e' parte del programma previsto per il 25esimo anniversario dell'omicidio di don Giuseppe Diana e del progetto Fucina, che intende promuovere, nell'ambito del Festival dell'Impegno Civile, una delle forme culturali per eccellenza. Il Teatro Toto' ha gia' dimostrato la sua particolare attenzione allo strumento culturale come opera di riscatto sociale portando in cartellone "Don Peppe Diana- Il coraggio di avere paura" di Gaetano Liguori e Ciro Villano, con 20 attori in scena e la partecipazione di Ciro Esposito.

Con questa nuova occasione l'obiettivo e' continuare a percorrere strade di sana contaminazione e di reciproco arricchimento. Lo spettacolo 'Schegge di Palcoscenico' che vuole simboleggiare un'esplosione culturale, nasce dalla convinzione che non debbano essere le persone a tornare a teatro, ma e' il teatro che deve tornare alle persone, cercando l'incontro in un luogo che non e' solitamente deputato agli spettacoli teatrali. "Un'esperienza metafisica che riesce a far ritrovare la poesia e la prosa teatrale dove e quando meno te lo aspetti, proprio cosi' come arriva l'ispirazione di un autore e l'interpretazione di un attore che si cala nella parte e la fa sua", spiega all'Ansa Nicola Le Donne, il maestro di teatro che ha guidato il laboratorio teatrale tenutosi a Casa don Diana dal mese maggio, tutti i martedi', con la presenza di 11 allievi di diversa eta'. L'opportunita' e' stata offerta nell'ottica della formazione e del riscatto sociale, cosi' come voleva don Diana.