La Diocesi di Aversa riflette sulla figura di Chiara Corbella

Dopo l’apertura dell’Anno Pastorale, riparte l’attività degli uffici diocesani

la diocesi di aversa riflette sulla figura di chiara corbella

L’appuntamento in programma presso la Parrocchia Santi Filippo e Giacomo di Aversa (Santuario Maria Regina della Famiglia)

Aversa.  

Dopo l’apertura dell’Anno Pastorale, riparte l’attività degli uffici diocesani e venerdì 11 ottobre alle ore 19.30, con l’incontro-testimonianza di Padre Vito D'Amato OFM, riprendono anche gli impegni della Pastorale Diocesana per la Famiglia.

L’appuntamento in programma presso la Parrocchia Santi Filippo e Giacomo di Aversa (Santuario Maria Regina della Famiglia) avrà come tema “Chiara Corbella Petrillo: Siamo nati e non moriremo mai più”. “Padre Vito D’Amato, che è stato Padre Spirituale della Serva di Dio Chiara Corbella Petrillo, ci darà una preziosa testimonianza di questa bella figura di santità dei giorni nostri”, spiega don Massimo Spina.

Dopo essersi sposata nel 2008, Chiara Corbella Petrillo si trovò ben presto a vivere situazioni impreviste e difficili come la morte di due figli, poco dopo la loro nascita. Durante la terza gravidanza, a Chiara fu diagnosticato un tumore: sebbene le eventuali cure avrebbero potuto avere conseguenze mortali sul nascituro, Chiara decise invece di portare comunque a compimento la gravidanza. “La straordinaria vicenda di una mamma che aveva preferito rimandare le cure di un male incurabile, che la affliggeva da due anni, per portare avanti la gravidanza di suo figlio Francesco - poi nato sano - ha fatto commuovere l’Italia e il mondo”, aggiunge il Direttore della Pastorale Familiare della Diocesi di Aversa. Solo dopo il parto Chiara si sarebbe decisa ad affidarsi alle cure, ma ormai era troppo tardi, lasciandoci il 13 giugno 2012 a soli 28 anni. La Diocesi di Roma ha ufficialmente aperto la fase del Processo di Beatificazione.

Dopo l’incontro dell’11 ottobre, il calendario della Pastorale per la Famiglia prevede altre importanti tappe: “Metteremo al centro della nostra azione pastorale la tematica ‘Il Vangelo della famiglia: una buona notizia per tutti’, in armonia con la proposta diocesana di continuare a sviluppare la dimensione dell'evangelizzazione in una prospettiva missionaria più esplicita”, aggiunge don Massimo. “Il percorso annuale che abbiamo disegnato vivrà i momenti culminanti nella Settimana per la Vita del prossimo febbraio (con il convegno diocesano che vedrà come relatore don Fabio Rosini) e nella tradizionale Festa Diocesana della Famiglia del primo maggio. Ma illustreremo nel dettaglio il programma in occasione della testimonianza di Padre Vito. Aggiungo soltanto che, in sinergia con altri uffici diocesani, abbiamo anche predisposto alcuni percorsi formativi per laici e presbiteri”.