Alla riscoperta dei borghi abbandonati e fondali marini

Al via le giornate nazionali delle guide ambientali escursionistiche in Campania

alla riscoperta dei borghi abbandonati e fondali marini

Ben 150 eventi gratuiti, un percorso affascinante tutto da scoprire...

 

"In Campania il 26 Maggio visiteremo il Cratere più antico dei Campi Flegrei. Si tratta del cratere del Gauro che è il residuo di un antico vulcano nato più di 10.000 anni fa.

È il più grande dei Campi Flegrei, dopo gli Astroni ed il più alto. Un cratere sconosciuto alla gente ed ai media che è sede di leggende dai Cimmeri al Santo Graal."

Ad annunciarlo è Vienna Cammarota, coordinatrice delle guide ambientali escursionistiche della Campania e consigliere nazionali Aigae. 

"A Ischia  c’è un borgo abbandonato che si chiama Piano Liguori. Lo raggiungeremo attraversando meravigliosi vigneti e terrazzamenti. Si partirà da un altro borgo che è quello di Campagnano. Piano Liguori è un borgo contadino ottocentesco che non è raggiungibile in auto ma oggi è fotografia della storia rurale di Ischia. Lungo il percorso sarà possibile conoscere le caratteristiche geologiche degli ambienti e dominare un panorama mozzafiato sulla Baia di Cartaromana con il Castello Aragonese. Poi arrivo nella splendida e selvaggia Baia della Sgarrupata.  Da qui una barchetta  in circa mezz’ora, ci porterà ai Maronti. A Capri avremo il sentiero dei fortini.  Da Anacapri si scende verso il mare lungo stradine che costeggiano vecchi uliveti e villette dalla tipica architettura caprese. Giunti sulla costa si percorrerà un sentiero che collega le fortificazioni costruite dagli inglesi ad inizio ‘800 e poi ampliate dai francesi dopo la loro conquista nel 1808. Il percorso è circondato dalla macchia mediterranea e da uliveti secolari. Geo – curioseremo sul Sentiero degli Dei nei Monti Lattari. Lungo il sentiero che conduce alla Costiera Amalfitana partendo da Agerola  scopriremo come e quando si sono formate le rocce con le quali uomo e natura si sono perfettamente integrati per creare un paesaggio di straordinaria bellezza.

Nella Baia di Trentova nei pressi di Agropoli. Poi il 2 Giugno in canoa lungo la costa e pulizia con i sub sui fondali marini. Vedremo in diretta le riprese girate dai sub.

 

Nella Baia di Trentova escursione organizzata unitamente alla Legambiente Stella Maris di Agropoli che si svolgerà  lungo uno sterrato il quale collega la Baia di Trentova (Agropoli) con la frazione Lago di Castallebate. Il percorso panoramico è meglio conosciuto con il nome di Sentiero dei Trezeni. Il toponimo, secondo la più diffusa interpretazione, dal nome dei primi colonizzatori della zona che furono i greci Trezeni che, nel VI a.C., prima collaborarono con i greci di stirpe achea alla fondazione di Sibari e, successivamente, sempre insieme ad alcuni sibaresi, si trasferirono in queste zone. La città di Agropoli fu fondata dai bizantini i quali la  denominarono “Akropolis” che in greco significa “città alta”. Dopo i bizantini Agropoli fu conquistata dai saraceni. Successivamente fu data in possedimento ai vescovi di Capaccio e poi Alfonso d’Aragona la concesse ai Sanseverino. Il 2 Giugno uscita in canoa e pulizia dei fondali marini sempre unitamente alla sezione Legambiente Stella Maris di Agropoli e il supporto del centro subacqueo .

La partenza inizierà dal porto di Agropoli. Si proseguirà lungo le coste di Agropoli dando particolare rilievo all’aspetto geologico, visiteremo il porto romano e vedremo le riprese  sub, dal vivo, della Posidonia marina.

In tutta Italia 150 escursioni

“Ben 150 escursioni ed eventi in tutta Italia. Come nel 2018 anche nel 2019 le giornate si svolgeranno nell’ambito della Primavera della Mobilità Dolce – ha dichiarato Davide Galli, Presidente Nazionale dell’Aigae -  in collaborazione con Legambiente, A.Mo.Do, l’Alleanza per la Mobilità Dolce che raggruppa in Italia le più importanti associazioni e i più importanti organismi ed Enti che sono parte attiva del Turismo Ambientale. Le Giornate si concluderanno il 2 Giugno nel giorno della Festa della Repubblica, ma anche Giornata Nazionale dei Piccoli Borghi organizzata da Legambiente, faranno parte del programme di iniziative della Primavera della Mobilità Dolce, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, del Ministero dei Beni Culturali, dell’ANCI, l’Associazione Nazionale Comuni Italiani, dell’Associazione Trasporti, della Fondazione Ferrovie dello Stato Italiane, della Via Francigena European Association”.

La quarta edizione dopo ben tre grandi successi.

“Importanti i successi delle precedenti edizioni – ha concluso Galli – con ben 105 eventi nel 2016, circa 150 nel 2017 e anche nel 2018,  con grande attenzione di stampa, radio, tv, web e social grazie ai quali le guide hanno portato all’attenzione del grande pubblico il loro ruolo e l’esistenza di questa figura professionale che ogni giorno racconta tutta l’Italia producendo ben 3.100.000 di accompagnamenti escursionistici l’anno”.

Ben 150 eventi gratuiti perché l’Italia è Museo della biodiversità, dell’archeologia, della storia, della geologia, della cultura, del territorio, con i suoi borghi, le sue epoche, le sue diversità. L’Italia è il Paese amato ed in quanto tale le guide ambientali escursionistiche vogliono raccontarvelo ogni giorno con costanza, passione, professionalità, preparazione e cuore.

 

L’Italia è il Paese amato ed in quanto tale le guide ambientali escursionistiche vogliono raccontarvelo ogni giorno con costanza, passione, professionalità, preparazione e cuore."