Tubercolosi a Salerno: ricoverato un ventenne

Trasportato al Da Procida, le condizioni non sembrano preoccupanti

tubercolosi a salerno ricoverato un ventenne

Il giovane è un nigeriano e viene da Isernia

Salerno.  

Un immigrato nigeriano di 27 anni, ospite di un centro di prima accoglienza di Isernia, è ricoverato a Salerno per tubercolosi. Il giovane si trovava al pronto soccorso del centro molisano, in attesa di essere ricoverato nel reparto di malattie infettive dell’ospedale di Campobasso. Per carenza di posti letto è stato però trasferito a Salerno. Si trova ora in isolamento nel presidio ospedaliero G. Da Procida.

Arrivato in città già con la diagnosi della malattia non è entrato in contatto con altre persone, se non con il personale dotato di equipaggiamento in grado di evitare ogni possibile tipo di contagio. Il giovane dovrà restar ricoverato per almeno una quindicina di giorni. La malattia infettiva, era considerata fino agli anni 50 una malattia grave, invalidante e mortale se non tempestivamente diagnosticata e curata, oggi, nei paesi occidentali è più facilmente diagnosticabile e curabile. Di solito attacca i polmoni, ma può colpire anche altre parti del corpo.

Si trasmette per via aerea attraverso goccioline di saliva emesse con la tosse secca. Diversi negli ultimi tempi i casi registrati in Campania, a giugno un rumeno di 40 anni residente in provincia di Avellino è stato sottoposto ad un tso, avrebbe contagiato il figlio e un ragazzino di 12 anni. Sempre in Irpinia nel maggio scorso alcuni casi che hanno coinvolto dei bambini. Nel febbraio scorso poi la malattia colpì un immigrato del Bangladesh, residente a Palma Campania.  

Sara Botte