Sara Antonacchio Campionessa Italiana di Kata

Altro oro è stato raggiunto dall’atleta Antonio De Stefano

sara antonacchio campionessa italiana di kata

Due bronzi per gli atleti dello Sporting Samurai S. Egidio, rispettivamente per Asia Staglioli nella categoria dei fino a 68 chilogrammi e per Claudio Brancelli in quella dei fino a 60 chilogrammi

Salerno.  

Alle finali nazionali del Campionato Italiano Universitario di karate indetto ed organizzato dal Comitato Universitario Sportivo Nazionale, l’atleta Sara Antonacchio selezionata dal CUS di Salerno per rappresentare l’Università nella competizione, si è laureata Campionessa Italiana nella specialità delle forme (KATA), a completamento di un percorso iniziato dalla data di iscrizione e che l’ha vista sempre sul podio con due medaglie d’argento e una di bronzo.

“Finalmente – ha esordito ironicamente il padre Pietro Antonacchio nonché tecnico della Nuova Polisportiva Bellizzi ove la ragazza si allena – si è laureata campionessa italiana, adesso speriamo che si laurei e basta! Un ringraziamento va alla sua compagna di squadra Mara Milione che l’ha seguita come personal trainer durante tutta la preparazione.”

Altro oro è stato raggiunto dall’atleta Antonio De Stefano dello Shizoku di Avellino per la specialità del combattimento nella categoria dei fino a 84 chilogrammi, allenato dal Maestro Fotino, prestazione coronata per la società d’appartenenza dai due bronzi dei fratelli Vincenzo e Luigi Renzulli nella categoria dei fino a 75 chilogrammi; argento per Domenico Ansalone del C.S. Gragnano del Maestro e Dirigente Nazionale FILKAM (Federazione Italiana Judo Lotta Karate ed Arti Marziali) Salvatore Nastro; due bronzi per gli atleti dello Sporting Samurai S. Egidio allenati dal Maestro Carmine Milione rispettivamente per Asia Staglioli nella categoria dei fino a 68 chilogrammi e per Claudio Brancelli in quella dei fino a 60 chilogrammi.

“Contento dell’impegno – afferma il Maestro Luigi Di Maio selezionatore ed accompagnatore del gruppo atleti universitari del CUS Salerno - e del risultato ottenuto, soprattutto del cuore messo sul tappeto da parte di tutti i ragazzi che hanno contribuito al raggiungimento dell’obiettivo, pur non riuscendo a bissare il risultato dello scorso anno.”

Redazione Sport

© Riproduzione Riservata   
condividi: