Dipinti preziosi ritrovati in casa di due albanesi

I quadri della scuola napoletana erano stati rubati a Isernia

dipinti preziosi ritrovati in casa di due albanesi
Orta di Atella.  

 I Carabinieri di Casoria  hanno arrestato ad Orta di Atella, im provincia di Caserta, due albanesi già noti alle forze dell'ordine, A.D. di 40 anni,con domicilio nel comune casertano, e M.M., 27 anni domiciliato a Pastorano, trovati in possesso di 5 dipinti su tela del valore di circa 3mila euro risultati trafugati da un appartamento a Isernia la notte del 4 dicembre. I due, a bordo di un'auto, hanno tentato di forzare un psto di blocco dei Carabinieri speronando i militari, ma sono stati inseguiti e fermati. Durante la perquisizione i carabinieri hanno trovato in loro possesso gioielli risultati frutto di un furto in abitazione messo a segno il 7 dicembre in provincia di Isernia. Dopo la perquisizione è stata effettuata anche nelle loro case: qui i Carabinieri hanno trovato il resto, sequestrando i 5 dipinti appartenenti alla "Scuola napoletana" che rappresentano una deposizione, fanciulle, putti, musicisti e scene di guerra. Sono stati trovati in casa degli arrestati anche 7 borse griffate, bracciali e collane d'oro, 9 orologi, 5 cellulari, le chiavi di 3 autovetture, un'aspirapolvere e occhiali da sole: l'origine degli oggetti, presumibilmente illecita, è in corso di accertamento. I due risponderanno in concorso di furto aggravato, ricettazione, possesso ingiustificato di arnesi da scasso, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Al termine delle formalità sono stati portati nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.