Sabato tragico sulle strade campane: 2 morti in poche ore

Sulla provinciale 336 è morto Antonio Rauso 35 anni. Poche ore prima una 15enne ha perso la vita

sabato tragico sulle strade campane 2 morti in poche ore

A Napoli Anna Sebastiano è morta cadendo dallo scooter. Viaggiava con un suo amico nella galleria Claudio a Napoli, zona Fuorigrotta: stavano andando al mare. E' morta sul colpo sbalzata nella caduta dal mezzo

Sangue sulle strade campane in un week end che conta due morti tra Napoli e Caserta, Tragedia, ieri sera, sulla strada provinciale 336, tra San Leucio e Castel Morrone (Caserta) è morto in uno schianto fatale, a bordo della sua moto, Antonio Rauso, 35 anni, di Santa Maria Capua Vetere (Caserta). Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri di Caserta, intervenuti sul posto, sembra che il giovane abbia perso il controllo della sua 'Triumph' forse perché la strada era stata resa viscida dalla pioggia. Il maltempo avrebbe reso insidioso l’asfalto al punto da far perdere il controllo della moto al 35enne.  Rauso è deceduto sul colpo, inutili i tentativi di soccorsi degli operatori sanitari del 118 dell'ospedale di Caserta. Solo poche ore prima un’altra vittima a Napoli. Si chiamava Anna Sebastiano la ragazzina morta nel terribile incidente avvenuto ieri mattina alle otto e trenta nella galleria a Fuorigrotta. La giovanissima stava viaggiando insieme a un suo coetaneo in motorino nel tunnel Claudio di Fuorigrotta, quando il suo amico improvvisamente ha perso il controllo del mezzo.

La ragazza è stata sbalzata dal sellino e nell’impatto con il guard rail ha riportato la lesione degli organi interni morendo sul colpo. Inutili i soccorsi del 118 seppur giunti tempestivamente insieme alla Polizia Municipale. Miracolosamente illeso, per fortuna, il ragazzo che è stato sottoposto ad alcol test e test antidroga che a una prima analisi risultano negativi. 

È stato il maltempo a provocare altri due feriti sul litorale domizio, una bambina e un anziano. Una tromba d'aria si è abbattuta sulla spiaggia tra Castel Volturno (Caserta) e Varcaturo (Napoli). Diversi i danni alle strutture balneari distrutte dalle raffiche di vento. Alcuni bagnati sono stati colpiti da oggetti trasportati dalla improvvisa furia del vento.