"Di qui non si passa". E gli spaccano la mandibola

La brutale aggressione a Nusco. Vittima un 47enne del posto, picchiato sotto gli occhi del figlio

di qui non si passa e gli spaccano la mandibola
Avellino.  

“Di qui non si passa, sei nella nostra proprietà”. E gli spaccano la mandibola. La brutale aggressione si è verificata a Nusco, nei pressi di un bar ristorante. Alla base dell'episodio di violenza uno scontro tra vicini per un diritto di passaggio, che non viene più riconosciuto e che ha creato lo scontro tra due famiglie.

Attirato in una trappola. Secondo una prima ricostruzione, ancora al vaglio degli inquirenti, il 47enne A.M.M., di Nusco sarebbe stato attirato dai vicini in una trappola con una telefonata. “Vieni davanti al bar, ci mettiamo d'accordo”, gli avevano promesso. Ma non è stato così. Una volta giunto in paese all'altezza del ristorante “La Fenice” il 47enne è stato selvaggiamente picchiato, riportando la frattura della mandibola e contusioni in varie parti del corpo. Le prime cure gli sono state prestate presso l'ospedale di Sant'Angelo dei Lombardi, ma qui i medici per la gravità del caso hanno disposto il trasferimento in un nosocomio napoletano.

Lo scontro con i vicini. Da anni il 47enne vanterebbe il diritto di passaggio su un terreno agricolo di proprietà dei vicini, diritto che negli ultimi tempi gli sarebbe stato negato. Di qui le liti e le tensioni sfociate alla fine in questo gravissimo episodio di violenza. Ma c'erano già state delle avvisaglie in passato. All'aggressione hanno assistito diversi testimoni. Per altro la vittima era accompagnata da uno dei figli, minorenne, che ha assistito alla selvaggia aggressione del padre.

Le indagini. Ora il caso finisce nelle mani dei carabinieri che dovranno ricostruire l'accaduto e accertare le responsabilità di quanto avvenuto. Il legale del 47enne che ha avuto la peggio ha già preannunciato una denuncia per lesioni gravi. Anche i vicini sono decisi ad adire le vie legali. Il caso non si chiude qui. Almeno per ora.