Mozzarella di bufala ritirata da mercato: rischio meningite

Prodotta da noto caseificio casertano, ritirata in Canada: non si sa se lotto venduto in Italia

mozzarella di bufala ritirata da mercato rischio meningite

Il Canada lancia l'allarme: le mozzarelle di bufale di un noto caseificio casertano sono a rischio meningite. A dirlo è lo Sportello dei Diritti che racconta come in Canada il prodotto sia stato ritirato dal commercio, dove ha provocato un’allerta sanitaria per la presenza del batterio Listeria monocytogenes, che può dare pericolosi disturbi gastrointestinali e può sfociare, per i soggetti a rischio, in malattie sistemiche ben più gravi come la meningite. Il Canada ha attivato il sistema rapido di allerta sanitario e le agenzie di stampa canadesi, avvisando i consumatori e le autorità italiane circa la presenza di Listeria monocytogenes nella mozzarella di bufala prodotta in Italia e venduta all’estero, in Quebec e Ontario che prontamente lo “Sportello dei Diritti” ha rilanciato nel nostro Paese, Non si sa ancora se effettivamente il lotto sia stato venduto anche in Italia, questo la Canadian Food Inspection Agency (CFIA) non lo riporta. Nelle prossime ore, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, il Ministero della salute dovrebbe indicare sul suo sito web (il condizionale è d'obbligo), nella sezione “Avvisi di sicurezza”, i lotti, il produttore e il nome di vendita della mozzarella di bufala interessata da questo richiamo potenzialmente anche a livello europeo.