Crisi rifiuti. La situazione peggiora in Campania

Verdi: "Urgente realizzare i siti di compostaggio"

crisi rifiuti la situazione peggiora in campania

Crisi rifiuti. Verdi: "Torre del Greco di nuovo sommersa dalla spazzatura. A Posillipo la cartolina sporcata dai cumuli che rendono impraticabili alcuni marciapiedi. Urgente realizzare i siti di compostaggio".

 

di Gianni Vigoroso

Crisi rifiuti, la situazione peggiora sempre di più in Campania e vi è il rischio concreto di rivedere un nuovo Natale tra i cumuli, lungo le strade come qualche anno fa, quando dovette intervenire con determinazione l'ex capo della Protezione Civile Guido Bertolaso, a fronte di una situazione gravissima sotto l'aspetto igienico sanitario.

"Non siamo in emergenza - dichiara il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli - ma di certo ci sono diverse sofferenze in Campania sul versante rifiuti.

La più grave resta quella di Torre del Greco. In queste ore i cittadini sono nuovamente esasperati dal numero impressionante di cumuli che oramai superano i diversi metri di altezza. Purtroppo l'appalto del precedente Sindaco Borriello legato politicamente all'attuale vice Premier Salvini che si è dimesso dopo gli arresti ha causato un danno organizzativo per la raccolta dei rifiuti vergognoso.

Tutta la Campania deve aiutare e sostenere questo comune che non deve restare solo nell'affrontare questo dramma.

Purtroppo anche a Napoli sopratutto per il ritiro del rifiuto differenziato siamo in difficoltà. A Posillipo la cartolina della città è sporcata dai cumuli e alcuni marciapiedi sono impraticabili a causa delle campane strapiene mentre a Chiaia c'è un serio problema degli ingombrati abbandonati da settimane per strada.

Abbiamo chiesto un intervento straordinario dell'Asia. In ogni caso queste situazioni devono farci capire che bisogna accellerare nella realizzazione degli impianti di compostaggio che sono l'unica soluzione rapida allo smaltimento di una parte consistente dei rifiuti e anche all'abbattimento delle tasse".