Costiera Amalfitana:cambia tutto, senso unico e targhe alterne

Il provvedimento partirà dal 1 aprile 2020 nell'attesa della ZTL territoriale

costiera amalfitana cambia tutto senso unico e targhe alterne
Amalfi.  

Presentata questa mattina ad Amalfi la nuova ordinanza che regolamenterà il traffico in Costiera Amalfitana a partire dall’1 aprile 2020. L'ordinanza-ponte, che entrerà in vigore nell'attesa della ZTL territoriale, è frutto di un’intesa tra i comuni di Amalfi, Atrani, Cetara, Positano, Praiano, Ravello e Vietri sul Mare, raggiunta per venire in contro alle esigenze socio-economiche e di mobilità del territorio. Il nuovo accordo quadro prevede specifiche prescrizioni per la regolamentazione della circolazione sulla Strada Statale 163, in modo da adeguarla non solo all’ordinanza Anas, ma anche alle indicazioni individuate e contemperate dagli amministratori locali.

Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato il Prefetto di Salerno, Francesco Russo, i sindaci di Amalfi, Cetara, Positano, Praiano, Ravello e Vietri sul Mare, e i funzionari delegati di Anas e della provincia di Salerno. Non hanno aderito al nuovo piano i sindaci di Minori e Maiori.

Com'è già noto potranno transitare sulla Statale Amalfitana bus per il trasporto delle persone non superiori a 10,36 metri nella sola direzione Positano-Vietri sul Mare (eccezion fatta per i pullman SITA).

Tra i punti salienti deroghe per il percorrimento della direzione opposta (Vietri-Positano): dal 1° giugno al 30 settembre non potranno transitare bus della lunghezza superiore ai 6 metri in due fasce orarie: dalle 9 alle 11 e dalle 16 alle 19. Novità assoluta il transito a targhe alterne, dalle 10 alle 18 tra il 15 giugno e il 30 settembre e nei ponti festivi di Pasqua, 25 Aprile e 1° maggio, esclusi residenti Taxi ed Ncc, mezzi di Polizia e ambulanze nei tredici comuni della Costa d'Amalfi. Senso unico alternato nei comuni di Amalfi, Ravello, Paraiano e Positano dal 15 giugno al 15 ottobre. 

I varchi Ztl territoriali saranno situati a Positano, Vietri, Agerola e Chiunzi e verranno attuati controlli sia sul fronte del transito dei mezzi pesanti, sia su quello dei posti auto, che potranno essere da chiunque monitorati elettronicamente.  

“Abbiamo cercato di tenere conto delle esigenze di tutti, non si è riusciti a raggiungere un'intesa totale tra tutte le amministrazioni, però riteniamo che il provvedimento che è stato varato ieri e che oggi presentiamo sia un punto di partenza per affrontare finalmente in maniera concreta e tangibile l'emergenza viabilità e mobilità in Costiera Amalfitana”.

A dirlo il sindaco di Praiano Giovanni Di Martino che ha continuato: “Diamo il tempo a tutti gli operatori di potersi adeguare. Diamo il tempo a tutte le comunità di poter metter campo gli strumenti necessari per attuare l'ordinanza. È chiaro che ogni provvedimento può essere sempre migliorato e questo vuole essere proprio un punto di partenza per tenere aperto un tavolo a 360 gradi sulla mobilità in Costiera, che affronta il problema in maniera complessiva.

La ZTL è la logica conseguenza di questa ordinanza. La conclusione di questo percorso è proprio arrivare a una zona a traffico limitata integrata, che affronti in maniera sinergica il problema della mobilità su terra, su mare, degli accessi di tutti i veicoli, compresi quelli privati, e oltremodo garantisca una correlazione stretta con quelli che sono i flussi turistici veri e propri” conclude Di Martino.