Rocciatori al lavoro: l'Amalfitana riapre, forse, lunedì

Resta chiuso il tratto tra Erchie e Maiori per l'incendio che ha interessato Capo d'Orso

rocciatori al lavoro l amalfitana riapre forse lunedi
Maiori.  

Nessuno sconto: la Statale Amalfitana 163 non riaprirà questo fine settimana. Accesso interdetto, in entrambi i sensi di marcia, tra Erchie e Maiori per via dell’incendio che dal pomeriggio di venerdì sta imperversando in località Capo d’Orso. Distrutto non solo il patrimonio boschivo, ma disagi pesantissimi anche per la circolazione e i turisti. Di fatto, l’unica strada che collega i comuni della Divina è interdetta alla circolazione. E così sarà almeno fino a domani.

La decisione, inevitabile, è arrivata dopo il vertice d’urgenza convocato in Prefettura a Salerno. Troppo alti i rischi per l’incolumità degli automobilisti: il rogo, infatti, potrebbe determinare il distacco della massicciata che costeggia la strada. Anche per questo è stata esclusa l’eventualità di una riapertura parziale della strada a senso unico alternato.

Da ieri pomeriggio sono circa una decina i rocciatori al lavoro, impegnati nelle operazioni di bonifica e messa in sicurezza. I professionisti stanno disgaggiando i massi pericolanti a ridosso di tutta l’area interessata dalle fiamme, mentre l’Anas ha installato dei new jersey per interdire la circolazione.

Inevitabili le ricadute sul turismo: la strada chiusa è vista come una iattura dagli operatori del settore, preoccupati per l’immagine che si dà del territorio. Infuriati i visitatori, alle prese con lunghissime code e tempi di percorrenza più lunghi per raggiungere le località della Costiera Amalfitana. La chiusura della Statale è arrivata proprio nei giorni di maggior traffico, quello individuato da bollino nero vista l’enorme mole di turisti che si spostano per i luoghi di villeggiatura. A cominciare proprio dalla Divina.