Maxi concorso: 10mila assunzioni in arrivo in Campania

Oggi la consegna al Ministero Finanze. De Luca: diamo posti a tempo indeterminato in 300 comuni

maxi concorso 10mila assunzioni in arrivo in campania

Il Governatore: posti anche nelle Corti di Appello di Napoli e Salerno. A fine mese il bando in Gazzetta Ufficiale

Servono rinforzi per la pubblica amministrazione campana. Il presidente della Regione Vincenzo De Luca è fiducioso sulla pubblicazione del bando per l’assunzione di 10mila persone.

Il bando del corso concorso per 10mila posti di lavoro in Campania negli enti locali sarà consegnato oggi al Ministero della Funzione Pubblica. Si tratta dell’ultimo adempimento prima della sua pubblicazione. Lo ha detto il Governatore della Campania durante la presentazione di un protocollo d’intesa al Suor Orsola Benincasa. Secondo quanto già concordato con il Ministro Giulia Bongiorno, il bando sarà pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del governo entro la fine del mese, per consentire di rispettare la scadenza annunciata del concorso a giugno. 

Sembra esserci un passo in avanti grazie a una interlocuzione più concreta con il Governo, che potrebbe garantire entro la fine del mese la pubblicazione del bando. Insomma si attende il via libera del ministro Giulia Bongiorno sul piano per il lavoro in Regione Campania. Questa mattina sarà consegnata la bozza di concorso e per la fine del mese il bado sarà pubblicato sulla Gazzetta ufficiale, per il corso concorso per i 10mila posti di lavoro. Insomma, quella delle diecimila assunzioni rappresenta una occasione preziosa per la regione con posti di lavoro a tempo indeterminato nel pubblico impiego.

Una procedura diametralmente opposta a quella del reddito di cittadinanza, come ha spiega il Governatore. De Luca ha sottolineato la piena sintonia con il Ministro. “Abbiamo dovuto gestire qualche ritardo, ma diamo posti di lavoro a tempo indeterminato nel pubblico impiego in 300 Comuni sul territorio regionale, a cui si aggiungono le Corti d’appello di Napoli e Salerno”, ha spiegato il Presidente della Giunta Regionale.

Con la consegna del bando al Ministero si scioglierà anche il nodo della mobilità, che la legge impone per il 20 per cento dei posti messi a concorso. La Regione ha chiesto la deroga, che dovrebbe essere accordata nei tempi previsti dalle procedure. Il Governatore ha fatto sapere di voler fare partire bando e concorso subito, a prescindere dalla deroga. “Procederemo per via parallela”, ha anticipato De Luca. “Noi pensiamo di far partire comunque la gara, in maniera tale da poter espletare il concorso per l’estate e mandare a lavorare i primi giovani per la ripresa a settembre”. 

Il cronoprogramma della procedura Il cronoprogramma è stato definito nel corso dell’incontro a Roma lo scorso 18 marzo tra il ministro per la Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno e il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Le procedure sono sottoposte al controllo della commissione interministeriale Ripam, con il supporto organizzativo del Formez. Il costo complessivo dell’operazione sarà di oltre 106 milioni di euro, recuperati attraverso il Fondo sociale europeo ed il Fondo per lo sviluppo e la coesione. A settembre cominceranno a lavorare i primi assunti. Intanto, da metà marzo, in vista del bando di concorso, la Regione Campania e il Dipartimento della Funzione Pubblica hanno pubblicato on line: il manuale operativo per le procedure di caricamento dati da parte delle amministrazioni, la tabella dei profili richiesti, nonché l’elenco degli enti che hanno aderito all’iniziativa regionale.

«Sul portale del Dipartimento della Funzione Pubblica, all’indirizzo disponibile on line www.concorsiuniciregionali.gov.it, è stata attivata un’apposita sezione dedicata alla ‘Campania’ nella quale è possibile scaricare il manuale operativo per le procedure di caricamento dati da parte delle amministrazioni, la tabella dei profili richiesti nonché l’elenco degli enti che hanno aderito all’iniziativa regionale», ha fatto sapere la Regione Campania attraverso il web e i social media.