Il mercato sospeso: le associazioni vogliono Valle

E' la proposta degli ambulanti dopo la manifestazione di oggi e la riunione in Prefettura

il mercato sospeso le associazioni vogliono valle
Avellino.  

Gli ambulanti in piazza Libertà per chiedere la riapertura del mercato bisettimanale, fermo ormai da 9 mesi. Manifesti ironici nei confronti del sindaco Festa ma anche tanta rabbia per una situazione che non si sblocca. Dopo la piazza i manifestanti sono stati ricevuti dal prefetto Paola Spena.

"In attesa del Tar, (udienza il 14 ottobre, ndr) è venuta fuori una proposta unitaria condivisa da tutte le associazioni presenti al taviolo: lo spostamento provvisorio del mercato a Valle. Ora ci aspettiamo una nuova convocazione – dichiara Marrigo Rosato dell'Ana alla presenza del sindaco, probabilmente già giovedì pomeriggio".

A manifestare insieme ai commercianti anche Luca Cipriano, capo dell'opposizione. "E’ indecente l’ostinazione con cui il sindaco continua a bloccare, ormai da quasi un anno, il mercato ad Avellino. Ci sono centinaia di commercianti senza lavoro da mesi e mesi, migliaia di avellinesi e di irpini che sono stati privati dello storico mercato cittadino".

Di fronte a quella che è una scelta palesemente sbagliata - conclude Cipriano - Festa insiste con giochi di parole, ironia fuori luogo e parlando di fantomatica “Smile arena”. Qua non c’è più niente da ridere, c’è una città che è sempre più in difficoltà".

Non c'è stata invece la risposta del vescovo Aiello, invitato dagli ambulanti, e dei cittadini che non hanno manifestato al fianco dei mercatali.