" I nostri figli costretti a fare lezione in sala mensa"

La protesta delle mamme del Quinto Circolo. E il Comune diffida la dirigente

i nostri figli costretti a fare lezione in sala mensa
Avellino.  

Ad Avellino continuano le proteste dei genitori del Quinto Circolo Palatucci per il caos organizzativo di questa faticosa ripartenza delle scuole

Le mamme di due classi stamattina non hanno fatto entrare i loro figli e hanno incontrato in Comune il sindaco Festa per trovare una soluzione ai disagi vissuti nella scuola di via Scandone.

"Non ci sono - dicono - le condizioni minime di sicurezza nei locali della scuola di via Scandone. I nostri ragazzi sono costretti a fare lezione nella sala mensa. E' inaccettabile, un locale che non è insonorizzato e che non risponde a nessuna caratteristica di sicurezza. Non può certo essere una soluzione adeguata dopo aver avuto 6-7 mesi per prepararsi".

Festa, dal canto suo, si è detto pronto ad intervenire con ulteriori lavori per adeguare la sala mensa e offrire in alternativa altre aule all'interno del provveditorato ma intanto il Comune ha diffidato, all'esito di un sopralluogo tecnico con l'assessore Giacobbe, la dirigente scolastica Angela Tucci.

L'istituto risulta infatti inidoneo a contenere gli alunni nel rispetto delle norme anti-covid. Mancherebbero dispenser sufficienti di gel igienizzanti e percorsi specifici di prevenzione del rischio contagio. Le misure adottate finora non sono risultate adeguate e la scuola dovrà intervenire nelle prossime ore per permettere agli studenti di frequentare in sicurezza.