Artisti in mostra a Napoli, c'è l'irpina Daniela Vecchione

L'opera dell'artista di Avellino all'esposizione internazionale nel centro antico

artisti in mostra a napoli c e l irpina daniela vecchione
Avellino.  

C'è anche l'artista irpina Daniela Vecchione tra i 150 artisti in mostra fino al 21 novembre a Napoli nell'ambito del progetto 'ventiperventi – mettici la faccia rewind'. Mostra internazionale del piccolo formato '20x20' ideata e curata da Gennaro Ippolito e Giovanna Donnarumma, fondatori di Lineadarte Officina Creativa, spazio che ospita l'esposizione nel centro antico del capoluogo partenopeo.

Il progetto è un vero e proprio simposio d’arte, cultura e creatività. Quella creatività che ha sempre portato anche Daniela Vecchione a realizzare e seguire la sua passione per il disegno prima, per la fotografica poi. Ed è così che è nata l'opera "ma/ri/tratti”, opera capace di raccontare e appunto riflettere “il ritratto dell'anima”. Un progetto importante per l'artista di Avellino alla sua prima esposizione. La Mostra internazionale del piccolo formato 'Ventiperventi', invece, è giunta ormai alla undicesima edizione ed ha visto partecipare nel corso di questi anni oltre duemila artisti di diverse nazionalità: francesi, brasiliani, messicani, belga, svizzeri, russi, statunitensi, giapponesi, serbi, spagnoli, tutti insieme per l'arte.

Quest’anno l’esposizione ripropone la tematica “mettici la faccia”. E' stato chiesto agli artisti, infatti di “confrontarsi con la realizzazione del proprio autoritratto, trasformando lo spazio espositivo in un mosaico per artisti autodeterminati”. Obiettivo del progetto è far sì che “l’artista sia esso stesso autore e promotore del suo lavoro con lo scopo di porre l’attenzione sull’opera e sulla poetica”. Di qui la “mostra internazionale del piccolo formato Ventiperventi che nasce dall’idea di rilettura in chiave contemporanea di quella che era la tradizione delle 'riggiole', mattonelle maiolicate di scuola napoletana formato 20×20 che nei secoli passati decoravano le case cittadine da quelle reali a quelle più popolari ed é proprio in queste ultime che si palesavano le soluzioni più creative, visto che si adoperavano gli 'scarti' di produzione. Come risultato un collage di bellezza, creatività, unicità e diversità”.

Ed anche Daniela ha così scelto di “metterci la faccia” e di mettersi in gioco mostrando per la prima volta la sua arte al grande pubblico. Per l'artista irpina, infatti, si tratta della sua prima esposizione dopo anni e anni di lavoro dedicati alla pittura e alla fotografia. “E' sempre stata una grande passione – racconta Daniela ­ sia per la fotografia che per la pittura, ma è la prima volta che partecipo ad una mostra, è la prima volta ci metto la faccia. Alla fotografia mi dedico da circa dieci anni, mentre l'amore per il disegno nasce sin da quando avevo vent'anni, quando iniziai a disegnare i primi quadri. Opere che ho sempre realizzato solo per una grande passione ma senza mai confrontarmi con il pubblico”.

Inevitabile pertanto grande emozione per l'esposizione ancora in corso e per la possibilità di confrontarsi finalmente con il grande pubblico: “Sicuramente – commenta Daniela - è stata una grande soddisfazione vedere per la prima volta una mia opera esposta in galleria. 'Ma/ri/tratti' rappresenta uno stato d'animo, una rappresentazione interiore che per la prima volta ho avuto la possibilità di esporre in una galleria d'arte”.