Avella, la scuola dice no al bullismo

Interessante convegno alla scuola "Guerriero". Coinvolte Pro Loco e Polizia Postale di Avellino

avella la scuola dice no al bullismo
Avella.  

L'Istituto Comprensivo "Monsignor Pasquale Guerriero" di Avella dice no al bullismo. Nell'ambito delle iniziative previste nel Piano dell'Offerta Formativa, la scuola diretta dalla preside Giuseppina Ambrosina, in collaborazione con la Pro Loco Clanis e la Polizia Postale di Avellina, ha organizzato un interessante convegno sul bullismo e il cyberbullismo. L'obiettivo della scuola è far conoscere ai suoi giovani studenti il problema per prevenirlo. Per la Pro Loco era presente Mimmo Iannicelli, nella veste anche di Funzione Strumentale dell'Istituto Comprensivo "Guerriero". Interessanti gli argomenti trattati dalla Polizia Postale, temi che ogni adolescente deve necessariamente conoscere poiché, navigando in rete, ci si può imbattere in malfattori. Al convegno sono state coinvolte tutte le terze dell'istituto e, al termine dell'incontro, i ragazzi hanno dato il proprio contributo.

 

Redazione