Mercato immobiliare, ecco quanto costa una casa ad Avellino

Tuoro Cappuccini gli immobili più cari. A rione Valle i più convenienti: l'analisi di Tecnocasa

mercato immobiliare ecco quanto costa una casa ad avellino
Avellino.  

E’ un mercato in crescita, quello immobiliare. Ne sono convinti gli esperti del settore Tecnocasa, che questa mattina si sono confrontati alla Camera di Commercio di Avellino  per illustrare i dati delle agenzie distribuite su tutto il territorio nazionale. Il trend è estremamente positivo come sottolinea Davide Agretti dell’area manager Tecnocasa della Campania. «Abbiamo dei tassi di interesse molto bassi quindi oggi è molto importante fare investimenti. Noi teniamo molto a dare informazione ai clienti, e soprattutto creare feeling con l’utente per garantire ogni forma di chiarezza sul mercato abitativo».

Ad Avellino e provincia l’andamento dei canoni di locazione vede un leggere aumento così come spiega il consulente di Tecnocasa Avellino Luigi Chiusano: «Noi vediamo un segnale di ripresa, i prezzi sono al ribasso e il segnale è positivo. Consigliamo a tutti di valutare l’acquisto di un immobile proprio in questo momento storico».

Anche Luigi Romano consulente di rete Tecnocasa ritiene che i prezzi delle abitazioni continuano a diminuire. Ma c'è un dato che fa riflettere: l’offerta comincia a scarseggiare e gli immobili sono sempre di meno. Ma ad Avellino, nello specifico, il numero delle transazioni è in forte aumento».   

Anche gli indicatori del mercato del credito sono positivi. «Sfatiamo un mito: non esiste più il credito difficile - ha detto Luigi Sarno, responsabile credito Kiron - parliamo di un mercato di opportunità per le giovani coppie con una età media di 35 anni. Abbiamo una dinamica dei tassi ancora molto bassa e continuano a diminuire. Oggi, quindi, si può risparmiare fino al 50 per cento sull’acquisto di un immobile, rispetto al passato».    

Ad Avellino nella prima parte del 2019 i valori immobiliari sono stabili.

Nell’ultimo anno sono stati fatti interventi di riqualificazione del Campo Coni per lo svolgimento delle Universiadi. Il centro storico della città resta sempre una delle aree più ambite, con i suoi stabili post sisma costruiti tra gli anni ’80 e gli anni ’90. Piacciono corso Vittorio Emanuele, via Matteotti, via Roma, via Dante e piazza d’Armi, dove si concentrano prevalentemente condomini degli anni ’70-’80 i cui prezzi oscillano da 1100-1200 euro al mq se da ristrutturare e da 2500-2600 euro al mq se già ristrutturate.

Al centro storico sono interessati anche gli investitori che acquistano piccoli tagli (da 50-60 mila euro) da affittare, con rendimento annuo lordo dal 6 al 7%. Incontra sempre il favore degli acquirenti anche via Tagliamento: ci sono immobili costruiti pre-sisma che hanno prezzi di 1200 euro al mq se posizionati nel tratto più vicino al centro storico oppure di 1000 euro al mq se più distanti. Non lontano da qui sorge anche Parco dei Cedri, uno dei più apprezzati in città, con prezzi medi di 1400 euro al mq. Su corso Europa e via Mancini una casa usata è valutata 1200  euro al mq, una nuova 1500-1600 euro al mq. Sempre molto richiesti gli immobili posizionati in contrada Baccanico dove, soluzioni ante anni ’60 costano da 1100 a 1200 euro al mq mentre per le abitazioni nuove si segnalano quotazioni di 2000 euro al mq. Lungo via Annarumma sorgono poi dei parchi residenziali apprezzati dai potenziali acquirenti: parco Cappuccini, parco Matarazzo e parco Criscitino, dove i prezzi variano tra 1800 e 2000 euro al mq.

Il mercato degli affitti è attivo anche grazie alla presenza del Conservatorio e della facoltà di Scienza Infermieristica: il canone di un bilocale arredato si attesta su 300-350 euro al mese. Si segnala la ripresa delle nuove costruzioni con cantieri in via Capozzi (zona in riqualificazione vicina allo stadio e alla nuova piscina comunale), dove stanno sorgendo appartamenti proposti a 2700 euro al mq e non lontano dalla zona Cappuccini a 2300 euro al mq. Soluzioni indipendenti di nuova costruzione a prezzi più accessibili, 1100 euro al mq, sono disponibili in zona Valle, al confine con il comune di Mercogliano. Ci sono anche immobili in edilizia cooperativa a 600 euro al mq. Su Avellino inoltre si segnala un aumento della domanda di case singole e di ville di prestigio. Sempre molto richieste le varie contrade a ridosso della città tipo contrada Chiaire, contrada Pennini, contrada S. Eustacchio e contrada Archi.

DOMANDA E disponibilità DI SPESA: vince il trilocale

L’analisi della domanda vede una maggiore concentrazione delle richieste sul trilocale (48,5%). I potenziali clienti esprimono budget fino a 119 mila euro nel 40,9% dei casi.

LOCAZIONI

L’andamento dei canoni di locazione vede un lieve aumento del 2,9% sui bilocali e del 2,5% sui trilocali. Rimangono stabili i monolocali.

COMPRAVENDITE

Lieve decrescita del numero di compravendite ad Avellino nei primi sei mesi del 2019 rispetto allo stesso periodo del 2018: in città sono state registrate 184 transazioni, (+12,9%), mentre la provincia chiude con 900 (+6,8%).