Gas staccato, lei via da casa. Non gli fa vedere i figli, lui la minaccia

Benevento. Divieto di avvicinamento e braccialetto per un 30enne indagato per stalking

gas staccato lei via da casa non gli fa vedere i figli lui la minaccia
Benevento.  

Quel giorno di febbraio, quando era stata staccata la fornitura del gas all'abitazione, lei era andata via con i figli. Una scelta che avrebbe indotto l'uomo con il quale aveva convissuto per lungo tempo, a tormentarla e a perseguitarla. Condotte che gli sono costate il divieto di avvicinamento alla persona offesa, con la previsione di applicazione del braccialetto elettronico.

E' la misura disposta dal gip Roberto Nuzzo, su richiesta della Procura, per un 30enne di Benevento, indagato per stalking. Al giovane, difeso dall'avvocato Gerardo Giorgione, sono contestati i comportamenti che avrebbe mantenuto nei confronti della donna, che aveva deciso di non fargli vedere i figli, per alcune sue abitudini, fino al raggiungimento di un accordo.

Le avrebbe inviato a tutte le ore numerosi messaggi, vocali e non, attraverso telefonate, whatsapp e social. Messaggi pesantemente offensivi e di natura intimidatoria: “Fammi vedere le creature, altrimenti passo il guaio più grosso della mia vita”, le avrebbe scritto e detto, minacciando anche di far del male a lei e ai suoi familiari (“Io per i figli miei mi faccio pure 70 anni di carcere, vi spar...”) e invitandoli a guardarsi le spalle.

L'inchiesta, avviata dopo la querela presentata dalla malcapitata, che aveva precisato di non aver mai subito gesti di violenza fisica, è stata supportata dall'escussione di alcuni testimoni, restituendo un quadro che ha indotto il Pm a proporre l'adozione della misura, decisa dal giudice per il pericolo di reiterazione del reato.