Piccoli Comuni e turismo. Le opportunità dall'Europa

Convegno a Bruxelles, presenti i sindaci guidati dal segretario Aiccre Oreste Ciasullo

piccoli comuni e turismo le opportunita dall europa

Al Convegno ha preso parte una delegazione di sindaci di piccoli comuni campani guidata dal segretario regionale Aiccre Campania, Oreste Ciasullo...

Stamane presso il Parlamento Europeo, a Bruxelles, si è svolto un interessante  convegno sul tema: “Europea & Turismo”.

L’iniziativa, promossa dall'europarlamentare Giosi Ferrandino, mira a focalizzare l’attenzione degli amministratori locali campani sulle possibilità di accesso a risorse europee per favorire il turismo. 

Al Convegno ha preso parte una delegazione di sindaci di piccoli comuni campani guidata dal segretario regionale Aiccre Campania, Oreste Ciasullo, con la partecipazione, oltre che stesso Ferrandino, anche il deputato Luigi Famiglietti. 

Gli amministratori campani provenivano da Ischia e dalle aree interne irpine e del Sannio fortorino: erano presenti anche imprenditori ischitani. 

La discussione ha riguardato in modo particolare la possibilità di intercettare fondi diretti ed indiretti per favorire l’opzione turistica che la Comunità Europea riserva anche ai piccoli comuni, quali appunto sono quelli dell'Irpinia e del Sannio.

Ha rappresentato il Sannio Michelantonio Panarese, sindaco di Buonalbergo, il quale, intervenendo sulle opportunità offerte dai fondi europei nel Settore del Turismo, ha inquadrato la problematica nel contesto degli interventi per la rivitalizzazione delle aree deboli del Mezzogiorno appenninico investite da particolari problematiche rispetto a quelle delle aree costiere ed insulari.

Panarese ha discusso su un metodo di lavoro in materia di promozione turistica del territorio delle aree interne consistente nel fare rete con tutto il sistema del turismo della Regione Campania. 

Il Comune di Buonalbergo, ha sottolineato, a questo proposito il Sindaco, si è fatto promotore di un progetto di "rianimazione territoriale" per le aree interne e ha costituito, nel comune fortorino, il presupposto per realizzare l’iniziativa denominata “Slow is Good” nonché l’intervento per il Palazzetto delle Arti del Fortore e del Sannio. Queste progettazioni ed iniziative, ha proseguito Panarese, vanno messi in rete insieme a tutto quanto stanno facendo, o mettendo in campo, gli altri comuni fortorini e sanniti.

Gianni Vigoroso