Recupero chiesa "Ave gratia plena", chiesti aiuti al Ministero

"Sarebbero utili per coprire i costi degli stadi definitivo ed esecutivo del progetto"

recupero chiesa ave gratia plena chiesti aiuti al ministero
Limatola.  

Nuovo obiettivo dell'amministrazione comunale di Limatola, guidata dal sindaco Parisi per il relativo al recupero della chiesa “Ave Gratia plena” (Santissima Annunziata). 

Si tratta, in particolare, di lavori aventi ad oggetto il risanamento conservativo e l'adeguamento sismico della struttura ecclesiastica in questione. Il progetto, già in parte inserito nel Programma triennale dei Lavori pubblici 2019/2021 dell'Ente, è stato oggetto di studio di fattibilità tecnico-economico da parte del Settore “Utilizzo del territorio” dell'Ente. Il progetto prevede, sostanzialmente, la revisione delle coperture e dello smaltimento delle acque meteoriche, il consolidamento e risanamento delle murature, la ricostruzione delle parti mancanti (fregi e stucchi), il rifacimento degli intonaci interni ed esterni, la pulitura del basamento in pietra, la sostituzione degli infissi e vetri, la stuccatura e tinteggiatura. Una volta predisposto lo specifico studio, la Giunta comunale ha autorizzato il Primo Cittadino – con delibera 88 dello scorso 13 Giugno – ad inoltrare al Ministero dell’Interno la richiesta di assegnazione di un contributo erariale per la copertura delle spese di progettazione definitiva ed esecutiva. Attività senza sosta, si diceva, quella dell'Ente impegnato, con altrettante progettazioni, nei settori viario, idrogeologico e di riqualificazione urbana. 

“Grazie agli uffici che continuano a lavorare in modo instancabile – commentano dalla maggioranza di Limatola – Il nostro impegno per un paese sempre migliore e sicuro”