Eurispes, Fara: "L'Italia riparte se ripartono i territori"

Il presidente dell'Ente di ricerca a Benevento per l'apertura della nuova sede regionale

eurispes fara l italia riparte se ripartono i territori
Benevento.  

“L'Italia riparte solo se ripartono i suoi territori”. Gian Maria Fara, fondatore e presidente di Eurispes dal Sannio rilancia il tema della centralità dei territori. Nessun dubbio sulla necessità di ripartire proprio dal Mezzogiorno per la ripresa del Paese. E così dopo aver aperto nuovi uffici in Piemonte, Sardegna, Sicilia e Calabria l'Ente ha deciso di aprire anche in Campania scegliendo Benevento quale unica sede regionale. Oggi la presentazione dell'iniziativa presso la Camera di Commercio – che ospiterà gli uffici regionale Eurispes – alla presenza del presidente dell'Ente camerale, Antonio Campese e del sindaco di Benevento, Clemente Mastella. Presentato per l'occasione anche il direttore che guiderà la nuova sede regionale, Paola Porcelli.

Un risultato frutto di un percorso di “territorializzazione delle attività dell'Istituto”, ha evindenziato Fara che ha poi sottolineato: “Una scelta dovuta al fatto che l'Istituto presta molta attenzione all'economia dei territori – ha spiegato il presidente di Eurispes –. Siamo convinti di poter fare un buon lavoro e di poter dare un buon contributo in termini di idee e di progettazione. L'apertura della sede di Benevento coincide con l'accordo che l'Istituto ha realizzato due giorni fa con la Ragioneria generale dello Stato per la creazione di un osservatorio permanente sull'economia dei territorio. Noi siamo convinti che l'Italia riparte solo se ripartono i suoi territori. Ed anche in previsione delle risorse che arriveranno dall'Unione europea crediamo che il territorio in questo quadro assuma nuova centralità e gran parte delle risorse debbano essere destinati proprio al rilancio dei territori”.

Per il Sannio l'impegno di “lavorare in spirito di servizio proprio in chiave di progettazione e produzione di idee. Negli ultimi mesi - ha continuato Gian Maria Fara - l'istituto ha deciso di rafforzare il proprio impegno proprio sul tema del Meridione. Abbiamo rilanciato nelle scorse settimana una notizia emersa dalle nostre statistiche e cioè che al Meridione sono stati sottratti ben 840 miliardi”. Meridione che invece dovrà essere centrale nella programmazione futura a partire da un rilancio “dell'immagine del nostro Mezzogiorno”.

Attenzione dunque al futuro dei territori: “Avere a Benevento l'impulso di un Istituto che ha un'autorevolezza scientifica riconosciuta a livello internazionale – ha commentato il presidente della Camera di commercio, Antonio Campese - sicuramente darà all'Ente ma in generale al dibattito economico e sociale molta più autorevolezza e rigore scientifico”.