Benevento, che entusiasmo per i giallorossi al Caravaggio

Nonostante la pioggia, i giocatori sono stati invasi dall'affetto dei bambini della scuola calcio

benevento che entusiasmo per i giallorossi al caravaggio
Benevento.  

Che festa al Caravaggio Sporting Village di Napoli. Presso il centro sportivo partenopeo si è recato il Benevento Calcio al gran completo per incontrare i bambini della scuola calcio. Non è un'esperienza nuova per i giovani iscritti, considerato che spesso si recano al Vigorito per assistere alle gare dei giallorossi, ma vederli proprio “a casa” non li ha lasciati affatto indifferenti. Non sono mancati sorrisi, autografi e selfie. L'unica pecca è stata la pioggia insistente che è scesa per tutto l'arco dell'evento: un inconveniente che ha preoccupato i più grandi, ma che non ha fermato l'entusiasmo dei bambini. A fare gli onori di casa c'erano le sorelle Rosanna e Valentina Vigorito, figlie del presidente Oreste. A parlare della manifestazione ai microfoni di Ottochannel è stata Rosanna: “Siamo una struttura consolidata con la scuola calcio che sta diventando sempre più protagonista, anche grazie all'affiliazione con il Benevento Calcio. Offriamo attività molteplici con l'obiettivo di portare avanti un progetto. La squadra? Da quando mio padre ha preso in mano le redini della società non abbiamo mai smesso di sognare. I tifosi hanno fatto sentire sempre il proprio calore e questo è sintomo che si sta costruendo qualcosa d'importante. Purtroppo è stata la nostra prima retrocessione, ma con questi presupposti ci sarà già una marcia in più in vista del prossimo campionato”.

Non è mancato un commento del tecnico De Zerbi: “Venire qua ci fa ricordare quando eravamo bambini. La famiglia Vigorito è eccezionale, anche al di là dell'aspetto calcistico. Sarò sempre grato al presidente e non lo vedrò mai come tale, ma come un amico da cui imparare molto. Il futuro? Ne parleremo più avanti. Quando sono arrivato speravo di fare il miracolo. Purtroppo non ci siamo riusciti, però tutta l'Italia calcistica parla di noi in maniera positiva perché abbiamo giocato con dignità onorando la maglia fino alla fine. Penso che chi rimarrà dovrà tirare una riga forte per poter ripartire con il giusto entusiasmo, tenendo bene in mente che solo il lavoro e la passione ti possono far vivere con il sorriso. Il calcio è uno sport che bisogna vivere per divertirsi. Quest'anno ho sofferto molto, ma non è mancato il giusto divertimento perché ho trovato un gruppo eccezionale che mi ha sempre seguito”.

Nel corso dell'evento si è espresso anche Sagna che ha ribadito la sua propensione a restare in giallorosso anche nella prossima stagione, al di là della categoria.

Dopo innumerevoli autografi e foto ricordo, si è chiusa un'altra giornata particolare per il Caravaggio che ha consolidato ancora di più l'unione con il Benevento. I risultati si sono visti anche tra gli stessi bambini che intonavano i cori della Curva e ripetevano con convinzione la frase "forza Strega". I giallorossi, quindi, possono godere anche del sostegno di questi giovani tifosi in vista della prossima stagione. 

Ivan Calabrese