Casertana, pari in dieci col Trapani

I falchetti hanno sfiorato il colpo allo scadere

casertana pari in dieci col trapani
Caserta.  

Hanno lottato, ringhiato e sfiorato il colpaccio nonostante l’inferiorità numerica. I falchetti conquistano un punto, in fine dei conti importante. In dieci per tutta la ripresa, la Casertana non ha mollato. E l’occasione allo scadere di Alfageme la dice tutta sulla prova dei rossoblu contro la terza forza del campionato. Un pareggio che, per ora, tira fuori i falchetti dalla zona play-out, anche se la lotta è ancora lunga e durissima.

PRIMO TEMPO - Casertana subito vicinissima la vantaggio. Nemmeno due minuti e Turchetta lascia partire un cross teso che taglia tutta l’area. Sul secondo palo c’è Carriero che in spaccata alza sulla traversa da pochi passi. Il Trapani gioca a viso aperto e cerca di fare la partita. I falchetti ringhiano e provano a partire in velocità. Come al 23’ quando Padovan recupera palla, parte in contropiede, scambia con De Vena e calcia dalla distanza. Al 24’ i falchetti rischiano grosso. Prima Forte riesce ad opporsi ad un tiro ravvicinato, poi Rainone salva di testa in tuffo sulla linea di porta sul successivo tap-in. Altro rischio quando pochi minuti dopo Polidori controlla in area e lascia partire un tiro a botta sicura che si alza di poco sulla traversa. Al 39’ il Trapani trova il gol con un evidente tocco di mano di Evacuo. L’arbitro convalida, ma il guardalinee segnala l’infrazione. Gol annullato.

SECONDO TEMPO - Ad inizio ripresa il Trapani riparte in attacco. Polidori si libera al tiro in un fazzoletto di campo e manda fuori. Mister D’Angelo inserisce Alfageme al posto di De Vena per cercare di sfruttare la velocità dell’argentino negli spazi lasciati dagli ospiti. Padovan scocca un tiro a sorpresa dalla distanza che Furlan blocca con difficoltà in due tempi. Subito dopo arriva il rosso proprio al centravanti per un intervento a metà campo giudicato dal direttore di gara non perdonabile. Casertana in dieci, ma non molla. I falchetti lottano e recuperano palloni sanguinosi come quello strappato da Carriero a centrocampo. Rizzo trattiene per la maglia il mediano lanciato verso la porta, ma l’arbitro opta solo per il giallo ritenendola non una chiara occasione da rete vista la distanza dalla porta. Brivido quando Marras pesca un bolide dal limite che termina di poco a lato. Ma l’occasione più clamorosa è della Casertana. Siamo al 43’ D’Anna recupera palla sulla trequarti, Alfageme può calciatore una specie di rigore in movimento dal limite, ma svirgola il tiro.

Redazione