Caso Denise, ispezione in una casa a Mazara del Vallo

Attività in corso per verificare se siano stati effettuati lavori

caso denise ispezione in una casa a mazara del vallo

Il giallo di Denise Pipitone si arricchisce di un nuovo capitolo. In queste ore, i carabinieri della Scientifica di Trapani stanno eseguendo un sopralluogo nell'abitazione di via Pirandello, a Mazara del Vallo, utilizzata da Anna Corona, l'ex moglie di Pietro Pulizzi, papa' biologico della piccola Denise. La donna è la mamma di Jessica Pulizzi (sorellastra della piccola), finita sotto processo e assolta nei tre gradi di giudizio. Il sopralluogo, disposto dalla Procura di Marsala, si apprende da fonti giudiziarie, sta avvenendo 'per verificare lo stato dei luoghi e se sono stati effettuati lavori edili'. Da alcuni giorni la Procura di Marsala ha riaperto le indagini sul caso di Denise. L'attività investigativa si sta rivelando particolarmente complessa: i vigili del fuoco sono al lavoro nel garage per svuotare un pozzo rinvenuto sotto una botola. Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio, la mamma di Denise, ha precisato che non è stata una telefonata anonima a portare gli investigatori nell'abitazione. A quanto pare le forze dell'ordine, con le piante del catasto alla mano, starebbero cercando una stanza nella quale potrebbe essere stata nascosta la piccola. Gli inquirenti, inoltre, stanno cercando di capire se nell'abitazione siano stati effettuati lavori di recente.
"Denise va' cercata...". Lo ha ribadito Piera Maggio, madre di Denise Pipitone, scomparsa l'1 settembre 2004, in collegamento con la trasmissione Live in onda su Rai2, dopo avere appreso in diretta dell'ipotesi che il corpo della bimba sia nascosto nell'ex casa di Anna Corona.