Napoli, si rompono le acque in strada: partorisce in un bar

Piazza Garibaldi. Si grida al miracolo. Parto da record: Denis sta bene pesa 3 kg e mezzo

napoli si rompono le acque in strada partorisce in un bar

Il piccolo pesa tre chili e mezzo. Il proprietario della Centrale del Caffè Castagnola: è stato un evento meraviglioso. Siamo felicissimi di aver aiutato questa donna. Il bimbo è bellissimo.Andrò in ospedale per conoscere meglio la mamma e il piccolo

Napoli.  

Si rompono le acque in strada e partorisce in un bar. E' successo a Napoli, si chiama Denis il bimbo venuto alla luce in un bar di piazza Garibaldi, grazie all'intervento tempestivo dei baristi della Centrale del Caffè e degli operatori del 118, che tra mille emergenze hanno prestato aiuto alla mamma in tempi record e condizioni difficili. La mamma del piccolo, una donna di colore incinta al nono mese, si trovava con il suo primo figlio, di circa tre anni, in piazza Garibaldi, proprio davanti al locale, quando ha iniziato ad avere forti contrazioni. Alla rottura delle acque, la donna ha urlato e chiesto aiuto.
I baristi l'hanno soccorsa e l'hanno fatta stendere sul pavimento dell'antibagno, avvertendo il 118. Gli operatori hanno fatto partorire la donna che ha dato alla luce un fagottino di tre chili e mezzo, e poi madre e figlio sono stati trasportati all'ospedale Loreto Mare. Stanno entrambi bene. "Siamo felicissimi di aver aiutato questa donna, è un evento meraviglioso - racconta Enrico Castagnola, titolare de La Centrale del Caffè - Sono andato a trovare immediatamente mamma e bambino in ospedale, è stata una grande emozione poterli ospitare. Il piccolo è venuto fuori in un attimo. Una emozione indescrivibile. Gli operatori del 118 sono stati eccezionali. Per noi una gioia indescrivibile poter contribuire all'evento".

Anche gli agenti della Polizia Locale e i Carabinieri impegnati in pattugliamento per controllo territorio sono intervenuti per dare supporto.

«Sto andando in ospedale per far visita alla madre e al suo piccolo - spiega Castagnola -. Non vedo l'ora di poterlo prendere in braccio. Non dimenticherò mai l'emozione che abbiamo provato e i ringraziamenti di quella donna che ci ha voluto fare mentre se ne andava scortata dai sanitari. I suoi occhi, il vagito del piccolo Denis sono il ricordo prezioso di una emozione unica nella mia vita».

Un parto da record e, secondo le notizie diffuse dai sanitari, uno dei primi casi in Italia, in cui il secondamento è avvenuto sul posto con un equipaggio 118. Mentre nasceva il piccolo di 3,550 kg, poi trasportato presso l'ospedale Loreto Mare, il medico del mezzo “Ascalesi” è rimasto sul posto in attesa del supporto della postazione “Aeroporto” chiamato ad assistere la donna. Puntuali sono arrivate le congratulazioni di associazioni e sindacati del comparto sanitario: «La postazione Ascalesi in un anno fa il bis con due bambini nati a bordo - fanno notare i sanitari dell’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate - da oggi in poi questa postazione verrà soprannominata da noi “La cicogna” e ringraziamo ufficialmente l’equipaggio composto dal medico Rino Cims, dall'autista Carmine Pecorella e dall'infermiera Giovanna Cimmino Battista».