Una gita a… Napoli: cosa visitare per conoscere la vera anima

Zone da visitare per conoscere la vera anima partenopea della città

una gita a napoli cosa visitare per conoscere la vera anima

Napoli è sicuramente una delle città più belle d'Italia, con il suo fascino, la sua storia, le sue tradizioni e la sua gente. Rappresenta una tappa immancabile per chiunque voglia visitare i luoghi più belli e caratteristici della penisola. Per conoscere la vera anima partenopea della città, vi sono alcune zone da visitare assolutamente e altre che si possono invece lasciare a viaggi successivi. Perché un solo viaggio basterà per scoprire la vera anima di Napoli, ma non tutto il suo fascino e la sua cultura.

Che cosa visitare a Napoli

Tra le aree e i monumenti da visitare per respirare veramente la cultura e la vita di Napoli, vi è sicuramente il cuore della città vecchia: Spaccanapoli. Questa passeggiata ha inizio dai Quartieri Spagnoli per poi terminare a Forcella e permette di ammirare così tanti palazzi, monumenti e chiese che sarebbero impossibili da visitare tutti in una volta.

Il consiglio è, dunque, quello di soffermarsi sui luoghi che vi incuriosiscono maggiormente o quelli più importanti come il Monastero di Santa Chiara o la Chiesa del Gesù Nuovo. Allo stesso tempo, però, passeggiando per queste strade così ricche di arte e cultura si potrà anche avere un assaggio di cosa è Napoli, con tutti i suoi problemi e i suoi tesori.

Spaccanapoli è una zona dove si può veramente ammirare tutto questo, tra vita vera e arte pura come il Cristo Velato di Giuseppe Sammartino, scultura di immenso valore.

Un altro luogo da visitare assolutamente è la Napoli sotterranea, che si può raggiungere passando per Piazza San Gaetano. Tramite questo percorso, con visita guidata, potrete ammirare il sottosuolo della città per scoprirne le influenze romane e greche e osservare i luoghi ove si erano rifugiati i cittadini durante la seconda guerra mondiale.

Tra i monumenti di maggior valore della città, si trova il Duomo, tappa imprescindibile di un viaggio a Napoli per capire il legame tra cittadini e religione. Nello specifico, il loro rapporto con il santo protettore, San Gennaro. Alcuni sostengono che anche solo assistere alla Santa Messa possa portare a capire l'importanza che ha per i cittadini questo attaccamento alla religione e al loro santo. In realtà, il Duomo meriterebbe una visita anche solo per il suo valore e patrimonio artistico e culturale.

Dopo il Duomo, il consiglio è di visitare il Palazzo Mannajuolo, una sorta di costruzione ibrida tra modernità e tradizione, soprattutto barocca. Di grande valore e bellezza è la scala ellissoidale che si trova al suo interno e rappresenta un'attrazione incredibile per tutti i turisti.

Questo Palazzo è inoltre inserito in una zona particolarmente "in" della città, per cui si consiglia anche di passeggiare per il quartiere e respirare una delle tante atmosfere presenti nella città. Alla fine di questa passeggiata, vi sono altri due luoghi da visitare assolutamente: Piazza del Plebiscito e il Palazzo Reale.

Nella piazza si può ammirare il colonnato della Basilica di San Francesco, con le statue dei sovrani più importanti di Napoli. Si tratta di un luogo carico di storia, di arte e di importanza, quasi un vero e proprio simbolo della città.

Una volta finito di ammirare le bellezze della città, si consiglia di aggiungere al proprio itinerario uno dei musei più belli e affascinanti di Napoli, quello di Capodimonte. Questo museo-reggia nazionale si pone su tre piani e si trova inserito in un bosco dove passeggiare e ammirare l'ambiente circostante. All'interno, è possibile osservare numerose opere d'arte di differenti stili e periodi storici, tra cui la collezione di Carlo di Borbone o opere di Andy Warhol.

Se si è appassionati di trekking e delle camminate, vi è un'ultima cosa per poter veramente assaporare l'anima di Napoli: le rampe del Petraio. Questo sistema di scale collega varie zone di Napoli, la collina del Vomero con Chiaia (il quartiere). In circa venti minuti è possibile ammirare il quartiere e gli ambienti circostanti senza problemi.

Ultimo, ma non per importanza, vi è San Gregorio Armeno, una parte della città che non dovrebbe aver bisogno di presentazioni. Qui è possibile ammirare i maestri del presepe all'opera per dare vita a creazioni uniche e favolose. L'atmosfera che si respira è surreale, soprattutto nel periodo natalizio e nei mesi che vanno da ottobre a dicembre.

Ogni maestro offre uno stile diverso, dei presepi particolari con simboli e significati specifici. Avvicinarsi ai loro lavori e ascoltare le loro storie permettono di conoscere veramente le tradizioni e la storia di Napoli. Le botteghe presenti inoltre sono antiche e colorate, sfoggiano capolavori di diversi anni e statue fatte a mano studiate nei minimi dettagli. Insomma, una zona da visitare assolutamente dove immergersi in un'atmosfera magica e uscire dalla frenesia della città.

Se si vuole inoltre acquistare un presepe napoletano al di fuori dalla città si può utilizzare il sito di Holyart, un portale online specializzato nella vendita di articoli religiosi. Questo sito, tra i più grandi di Europa per quanto riguarda gli oggetti religiosi, permetterà di avere la sicurezza di acquistare uno dei lavori realizzati da maestri artigiani di Napoli.

Dove alloggiare a Napoli

Logicamente, per quanto riguarda la scelta della zona dove alloggiare, bisogna tenere il conto come ci si muove e cosa si vuole visitare. Napoli si gira meglio a piedi, solo così si può veramente assaporare la sua vera anima, ma vi sono anche tanti che arrivano in città in macchina. Alla guida, la città può risultare parecchio caotica: non sarà semplice districarsi nel traffico di Napoli e bisognerà fare attenzione alle zone a traffico limitato.

A prescindere da ciò, che si arrivi in città in treno, con i mezzi o in macchina, vi sono delle aree e dei quartieri maggiormente consigliati dove alloggiare, anche tenendo conto della sicurezza. Negli ultimi anni, la città è comunque migliorata molto e spesso le voci che si sentono sono solo luoghi comuni e paure infondate.

Tra le zone migliori, troviamo il centro storico e il quartiere di Chiaia, entrambe scelte molto comode per visitare la città e spostarsi facilmente. In questo modo, sarete vicini a tanti luoghi di interesse e vi troverete in zone molto ben collegate dai mezzi, sicure e con tanti locali e ristoranti.

Il centro storico rappresenta un'area molto grande e importante dove cercare alloggio. È possibile optare per diverse strutture ricettive. Le zone più strategiche sono Piazza Dante, Plebiscito e via Toledo perché sono in pieno centro e permettono di godere di tutti i pregi della città.

Via Toledo è inoltre molto carina e sicura, valorizzata negli anni per incrementare il turismo e presenta diverse trattorie, pizzerie e pasticcerie, dove assaggiare le delizie napoletane.

Chiaia è un'altra delle zone migliori, non solo per la sicurezza, ma anche per la bellezza di questo quartiere che si presenta come elegante e raffinato. Si possono trovare le vie dello shopping, raggiungere il centro storico e anche ammirare la famosa Federico II, università principale della città. Plebiscito presenta, inoltre, aree limitrofe ricche di locali, pub, chiese e monumenti assolutamente interessanti.

Il centro storico è sicuramente la scelta migliore ma anche davvero tanto costosa, per cui Vomero e Fuorigrotta rappresentano delle valide alternative. Sono entrambi dei quartieri residenziali, molto sicuri, eleganti e tranquilli, ben collegati con il centro con i mezzi ma anche con taxi.