Stese, clan scatenati. Spari a Soccavo, torna la paura

I proiettili hanno raggiunto una casa

stese clan scatenati spari a soccavo torna la paura
Napoli.  

 

di Siep

Ancora spari e sangue a Napoli. Non c’è pace per la città attraversata e dilaniata da faide scatenate per il controllo di traffici di droga, racket e altri business.

Dopo la stesa di piazza Mercato e quella di Forcella, dove una donna era rimasta ferita, per avere avuto l’unica colpa di essersi affacciata al balcone di casa nel posto peggiore, al momento sbagliato, ancora spari stavolta in periferia. Due colpi di pistola hanno raggiunto il balcone di un'abitazione in via Nerva, nel quartiere Soccavo, a Napoli: un'ogiva ha infranto il vetro di una finestra mentre un'altra lo ha scheggiato. Incolume l'uomo che vive nella casa finita nel mirino. Si tratta dell'ennesima 'stesa', spari in aria a scopo intimidatorio esplosi durante raid di giovanissimi in moto e legati a clan del quartiere.

Anche in questo caso, secondo i primi accertamenti della Polizia, la persona che vive nell'abitazione di Soccavo non ha nulla a che vedere con la criminalità. Poteva trattarsi di un ennesimo ferimento per errore. La segnalazione dell'esplosione di colpi è arrivata nella tarda serata di ieri alla centrale operativa della Questura. La Scientifica ha trovato 6 bossoli calibro 9 all'esterno dell'edificio mentre due ogive sono finite sul balcone provocando danni ai vetri.

Altre stese e tensioni continuano ad aumentare la paura a San Giovanni A Teduccio, mentre preoccupa il caso di Brusciano dove nel quartiere 219 si sono consumate, la scorsa settimana, due stese in 48 ore.